Terni, bilancio di previsione 2016, la maggioranza indica le priorità all’esecutivo

TERNI – Manuntenzioni su scuole, viabilità e parchi ma anche decoro urbano. La maggioranza di Palazzo Spada indica le priorità di intervento alla giunta Di Girolamo in vista del bilancio previsionale 2016.  A tirare le fila il capogruppo del Partito Democratico, Andrea Cavicchioli che rivela che: “Il confronto fra maggioranza e giunta del Comune di Terni per il bilancio di previsione 2016 ha fissato principi condivisi che rappresentano per l’esecutivo di Palazzo Spada le coordinate per elaborare definitivamente la proposta per la manovra finanziaria nel suo complesso”.
“Proseguendo nell’azione intrapresa nel precedente esercizio – dice Cavicchioli – che pur in presenza di consistenti tagli nei trasferimenti di risorse ha mantenuto inalterata l’imposizione fiscale operando con significative economie gestionali, si dovrà procedere confermando tale impostazione con l’applicazione della normativa “pre-Fornero” per il pensionamento del personale, con la razionalizzazione di una serie di comparti che dovrà consentire di ottenere risparmi per affrontare anche le nuove disposizioni della contabilità degli Enti Locali e delle società partecipate, che porteranno elementi definitivi di chiarezza e di stabilizzazione”.
“Dovranno essere prioritari – continua Cavicchioli – gli sforzi per le manutenzioni ordinarie e straordinarie del settore scolastico, della viabilità, dei parchi, per risposte concrete inerenti il decoro urbano sotto i vari profili e per il mantenimento delle protezioni sociali”.
“Per quanto riguarda il contesto economico – sottolinea il presidente del gruppo del Pd – nel quadro di riferimento dello specifico provvedimento del Governo per il rilancio dell’area Terni- Narni e degli obiettivi concordati con le categorie economiche, dovranno essere adottate misure di sostegno per le attività produttive e commerciali anche per quanto riguarda un piano della mobilità sostenibile che affrontando le tematiche ambientali favorisca  lo sviluppo. Con la Regione si dovranno definire tutti gli elementi per l’utilizzazione sul territorio di introiti derivanti dai canoni per lo sfruttamento delle risorse idriche e  andranno definiti gli impegni, anche di natura finanziaria, per l’Università e la Ricerca nel quadro di interlocuzione concreta con l’Ateneo perugino, per “Agenda Urbana” e la migliore utilizzazione dei fondi comunitari”.
“Questa è l’impostazione che la maggioranza del Comune di Terni, pur in una situazione complessa, è intenzionata a portare avanti – ha concluso Cavicchioli – consapevole che con la manovra da attuare si darà l’impronta per la seconda parte del mandato amministrativo, che dovrà essere caratterizzato da una capacità operativa che consenta di dare le ulteriori risposte alle legittime aspettative della nostra comunità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.