Terni, “Caldaia sicura” firmato l’accordo

TERNI – “Caldaia Sicura”. Rendere più efficienti gli impianti di climatizzazione, ridurre le emissioni di gas nocivi in atmosfera e ottimizzare i consumi, abbattendo anche i costi. In poche parole: più sicurezza e meno consumi. E’ stato siglato questa mattina un nuovo accordo tra Confartigianato Imprese Terni, Federconsumatori e Confconsumatori. Lo scopo dell’intesa è coniugare le esigenze delle imprese e dei consumatori. L’accordo prevede alcuni livelli operativi che riguardano l’importanza e la qualità del lavoro svolto dai manutentori aderenti al progetto. L’intesa punta non solo a rendere più efficienti gli impianti di climatizzazione, e a ridurre le emissioni di gas nocivi in atmosfera, ma anche a fare informazione ai cittadini sugli standard di sicurezza. «Un atto di notevole importanza – ha dichiarato il presidente di Confartigianato Imprese Terni Giuseppe Flamini – che in un momento di ampia confusione in ambito burocratico per i cittadini e le imprese, dove si è in pieno clima di riforme, può essere il punto di riferimento da cui partire e da prendere in seria considerazione». «Ci preoccupiamo ancora troppo delle sanzioni qualora non  vengano rispettate le normative – ha continuato il presidente della categoria Manutentori di Confartigianato, Manrico Ossidi – ma l’occhio va spostato sull’importanza di vivere in luoghi dove le caldaie sono sicure e i dispositivi controllati debitamente e periodicamente». «Questo protocollo – hanno aggiunto Umberto Ricci, presidente Federconsumatori Terni e Salvatore Lombardi, presidente Confconsumatori Umbria – sostiene soprattutto l’importanza di una buona e corretta manutenzione della caldaia finalizzata a prevenire gli incidenti domestici e a ridurre i consumi energetici e le emissioni inquinanti. Il tutto coordinato da imprese che effettuano la manutenzione in totale trasparenza e riferendosi, oltretutto, ad un listino con prezzo massimo consentito».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.