Terni, contratto al capo di gabinetto: la Corte dei Conti assolve Polli e l’ex giunta provinciale

TERNI – Non ci fu danno erariale nell’affidamento dell’incarico all’ex capo di gabinetto della Provincia, Laerte Grimani. La Corte dei Conti ha assolto così l’ex presidente della Provincia, Feliciano Polli e gli assessori dell’ex giunta provinciale, Domenico Rosati, Vittorio Piacenti d’Ubaldi, Stefania Cherubini, Fabio Paparelli, Fabrizio Bellini, Marcello Bigerna, Stefano Mocio e l’ex responsabile servizio affari generali dell’ente, Maurizio Agrò.
La magistratura si era concentrata in particolare su un presunto danno erariale di 280 mila e 154 euro perché l’incarico “non possedeva i requisiti squisitamente politici richiesti dall’articolo 90 del Testo unico degli enti locali”. La sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha accolto le tesi delle difese che avevano sostenuto l’estraneità dei propri assistiti alle contestazioni insistendo sul fatto che quella nomina è discrezionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.