Terni, da ieri è possibile divorziare all’anagrafe: tre coppie lo hanno già fatto

TERNI – Da ieri mattina all’anagrafe del Comune di Terni, in corso del Popolo,  è entrato in funzione il servizio per la separazione consensuale, richiesta congiunta di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio. Sono state tre le coppie che hanno già avviato la procedura. L’art. 12 della Legge n. 162/2014 prevede, infatti, la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all’ufficiale dello Stato Civile per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio. L’assistenza degli avvocati difensori è facoltativa.

Le disposizioni dell’art.12 non possono essere applicate in presenza di figli minori o figli maggiorenni portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti, in ogni caso l’accordo non potrà contenere patti di trasferimento patrimoniale. Al fine di promuovere un’adeguata riflessione sulle decisioni  da prendere, sono previsti due passaggi dinanzi all’ufficiale di Stato Civile a distanza di almeno 30 giorni l’uno dall’altro; nel primo i coniugi dichiareranno la concorde volontà di volersi separare o di voler divorziare, nel secondo confermeranno la volontà stessa e si procederà all’iscrizione dell’atto della ratifica dell’accordo nei registri di Stato Civile.

“Il Comune di Terni – dichiara l’assessore ai Sevizi Demografici Cristhia Falchetti Ballerani – si è prontamente attivato per recepire questa normativa nazionale volta alla semplificazione e al contenimento dei costi. Nella seduta di mercoledì prossimo della giunta comunale approveremo il diritto di segreteria che consisterà in 16 euro e che sarà l’unica spesa da sostenere per questo tipo di separazione”. Per ulteriori informazioni 0744 549275 –258 – 259 o  area sito istituzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.