Terni, Fondazione Carit e Comune: “Servono obiettivi condivisi”

TERNI – Si apre il confronto tra Comune e Fondazione Carit. Il presidente del gruppo consiliare del Pd a Palazzo Spada Andrea Cavicchioli,  vuole fare chiarezza. “L’approvazione – scrive il consigliere – da parte dell’assembla dei soci della Fondazione Carit del bilancio 2015 ha confermato la rilevanza del patrimonio gestito, degli utili realizzati e degli impieghi per il territorio”.

“In questo contesto – continua Cavicchioli – nel rispetto dei reciproci ruoli, il confronto fra il Comune di Terni e la Fondazione Carit è elemento ineludibile per entrambi e di estremo interesse per la nostra comunità, che deve poter contare su punti di riferimento certi, autorevoli ed in grado di assicurare fattiva collaborazione per favorire lo sviluppo e la soluzione dei problemi che abbiamo di fronte”.

Sulle discussioni aperte e sui nomi che sono stati fatti per la Fondazione, Cavicchioli chiude il cerchio:”Non vi è alcuna intenzione di mettere in discussione l’autonomia della Fondazione Carit o di partecipare a “campagne elettorali” per la presidenza della stessa, partecipazione ovviamente del tutto fuori luogo per il ruolo del Comune, ma esclusivamente l’esigenza di individuare progetti ed obiettivi condivisi, nel quadro di una programmazione di medio periodo che ottimizzi gli sforzi dei soggetti che debbono concorrere alla crescita dell’area Terni-Narni, concentrando le risorse e favorendo la migliore utilizzazione delle stesse, nel rispetto dello statuto della Fondazione Carit e degli strumenti di programmazione finanziaria ed operativa dei Comuni interessati”.

“Occorre pertanto riportare il dibattito su questa impostazione – conclude Cavicchioli – contribuendo, ognuno per la sua parte, a tutelare l’identità della città, la sua capacità di lavorare per obiettivi comuni e di sviluppare il confronto in sede regionale e nazionale con la dignità che questo territorio è in grado di esprimere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.