Terni, il Partito democratico a favore del sì al referendum: “Bisogna cambiare”

TERNI – “Una riforma per invertire la rotta e restituire orizzonte alla politica”. Torna a ribadire il sì al referendum, il Partito democratico. Questa volta a Terni protagonisti Eros Brega, consigliere Regione Umbria, il sottosegretario agli Interni, Gianpiero Bocci, l’on. Luca Lotti, sottosegretario di Stato alla presidenza del consiglio.

Al dibattito, che ha visto la massima partecipazione da parte di figure istituzionali e cittadini, hanno preso la parola anche il vice presidente del consiglio regionale dell’Umbria, Marco Vinicio Guasticchi, Carlo Ottone e Leonardo Grimani, sindaco di San Gemini.

Nell’incontro è stata ribadita l’importanza di “cambiare”. Tante le sfide che attendono il nostro paese, ma il Pd non ha dubbi sul loro superamento. “La nostra Regione – ha dichiarato Eros Brega – deve essere in linea con le maggiori regioni europee, guardando ad esempio al nord. Occorre costruire per il futuro del regionalismo italiano un Umbria protagonista”.

Il 4 dicembre si voterà per il Referendum costituzionale. La scheda avrà il seguente testo: “Approvate il testo della legge costituzionale concernente “disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione’, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.