Terni, Isrim: i lavoratori potrebbero chiedere il licenziamento per mantenere i benefici Aspi

TERNI – Potrebbero essere gli stessi lavoratori dell’Isrim che, per non perdere i benefici economici della nuova Aspi (assicurazione sociale per l’impiego), si rivolgano direttamente al curatore fallimentare per chiedere di essere licenziati.
Lo rivelano i sindacati secondo cui questa ipotesi potrebbe concretizzarsi entro la fine del mese.
“Ad oggi, tutti gli impegni sostanziati ufficialmente anche da una delibera regionale, votata all’unanimità, sono rimasti sulla carta – attaccano Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec – Le volontà più o meno sentite di voler gestire positivamente la vertenza sono anch’esse rimaste parole. La richiesta di incontro sindacale fatta alle Istituzioni regionali, non ha avuto risposta; tutt’al più qualche rimando”.

“Come organizzazioni sindacali – concludono le tre sigle – chiediamo quindi coerenza e coraggio; coerenza nel perseguire gli impegni presi e coraggio nel voler una volta per tutte, dare il via, oltre al progetto messo in piedi da Asm, a mettere in campo azioni concrete volte alla salvaguardia delle professionalità dei lavoratori Isrim”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta