Terni, la Coop manterrà i dipendenti della catena Superconti

TERNI – L’accordo c’è. I lavoratori hanno approvato nella tarda serata di ieri la proposta di accordo siglata martedì tra Coop Centro Italia e le organizzazioni sindacali. Sono 37 quelli che passeranno a Coop, una sessantina invece quelli potenzialmente interessati ai trasferimenti. Nel dettaglio, le sigle Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil di Terni riferiscono che nel documento è prevista  l’applicazione del contratto nazionale della distribuzione cooperativa da subito a tempo indeterminato; il mantenimento dei livelli di inquadramento (con il riconoscimento di eventuali differenziali economici favorevoli determinati dal cambio di contratto); l’applicazione dell’integrativo con tempi di maturazione differenziata; l’orario di minimo di 20 ore per i part-time (prima non garantito), con previsione di un percorso di crescita; applicazione dell’accordo sul lavoro festivo e domenicale in essere con Coop, che pone un tetto massimo di 17 domeniche lavorative e la chiusura durante i superfestivi; applicazione del capitolo su relazioni sindacali e organizzazione del lavoro (rispetto di pause, riposi, etc.) come previsto dal contratto integrativo Coop. Quello che nella trattativa non è stato possibile mantenere sono invece gli scatti di anzianità maturati con la vecchia azienda, cioè Superconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.