Terni, blitz antidroga negli appartamenti in uso ai richiedenti asilo politico: tre in manette

TERNI – Operazione antidroga la notte scorsa a Terni- Gli agenti della squadra mobile, diretti dal dirigente Alfredo Luzi, hanno arrestato 3 persone e ne hanno denunciate cinque. Sono tutti giovani africani, poco più che ventenni, provenienti dal Gambia, tranne uno della Guinea Bissau, arrivati in Italia come richiedenti asilo. Gli agenti della Sezione Antidroga avevano continuato a monitorare gli spostamenti di quei ragazzi, due dei quali erano stati arrestati neanche due mesi fa, sempre per detenzione ai fini di spaccio.
Questa mattina all’alba, coadiuvati da tutti gli uffici della questura e da due unità cinofile della guardia di finanza di Perugia, gli agenti li hanno sorpresi nel sonno e nei loro alloggi, di proprietà delle associazioni umanitarie che li ospitano come richiedenti asilo. Nascosti nelle federe dei divani e nel doppiofondo dei cassetti, hanno trovato 400 grammi di hashish, 400 grammi di marijuana, oltre 5.000 euro in contanti e tutto il necessario per il confezionamento delle dosi.
Gli arrestati sono L.S., 21 anni residente a Spoleto, titolare di permesso di soggiorno per motivi umanitari, proveniente dalla Guinea Bissau, D. L. di 23 anni e S. E. di 22, in attesa della risposta della Commissione per i Rifugiati Politici alla loro richiesta di asilo, residenti a Terni, gambiani. Cinque connazionali sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.