Terni, sforbiciata in vista sulle posizioni organizzative mentre cambiano i criteri di selezione

TERNI – Cambiano i criteri selettivi per definire le posizioni organizzative in Comune. Questa mattina la giunta di Palazzo Spada ha definito i parametri. Due le novità introdotte. “Viene riconosciuta ai dirigenti la capacità di scelta – ha spiegato oggi l’assessore al personale Cristhia Falchetti Ballerani – tra coloro che appartengono alla categoria D. Scelta che dovrà basarsi sul curriculum e sui titoli. La seconda novità – continua l’assessore – è la possibilità del dipendente di partecipare non più soltanto per la direzione di appartenenza ma in tutta l’amministrazione”. Secondo quanto riferito dall’assessore i criteri sono improntati alla meritocrazia e alla massima funzionalità della direzione e dei dipartimenti. Confermato anche il taglio delle posizioni organizzative (attualmente sono 60) anche se non sono state ancora definite quantitativamente.
A margine della conferenza stampa di presentazione dei lavori della giunta, però, non è mancata la polemica. L’assessore Falchetti Ballerani, sollecitata sulla questione dello sciopero indetto da Uil e Usb per il 25 settembre, ha detto che “si tratta palesemente di uno sciopero politico, ma io sono una sostenitrice di tutte le libertà e quindi anche di questa. Abbiamo ricevuto delle richieste generiche da parte dei sindacati, quindi non capisco su cosa ci dovremo conciliare davanti al prefetto (è previsto un tentativo di conciliazione la prossima settimana ndr.)”. Tra le ragioni dell’agitazione sindacale c’è la mancata corresponsione dell’acconto relativo alla produttività. I sindacati chiedono che sia erogato dopo la valutazione dell’operato dei dipendenti, secondo l’assessore invece deve passare per i dirigenti, perché “sono loro, come da regolamento, che devono portare avanti la valutazione e poi la conseguente liquidazione del premio. Fermo restando che la valutazione è annuale”, e quindi non può essere presa in considerazione prima della fine dell’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.