Foligno, Arcipreti: “Domenica vittoria meritata”

L’avvio di stagione del Foligno, come tutti sappiamo, non è stato dei migliori. Una crisi di gioco e di risultati ha portato la squadra all’ultimo posto solitario e nemmeno il cambio di allenatore era riuscito a dare la scossa. Ma la vittoria di domenica, specie in un derby, ha ridato ossigeno all’ambiente biancoazzurro, del quale, al Giornale dell’Umbria, si è fatto voce il direttore dell’area tecnica Alvaro Arcipreti. Partendo proprio dal match con il Gualdo Casacastalda: “Abbiamo secondo me meritato questa vittoria seppur nel contesto di una partita equilibrata. La cosa importante era ottenerla visto che la situazione era un po’ pesante dopo tre sconfitte di fila. Sapevamo che non sarebbe stata una prestazione esaltante ma quel che conta è essere pratici”. Arcipreti ha elogiato i giocatori per lo spirito messo in campo, che magari nelle precedenti esibizioni non si è visto: “Ho visto volontà, impegno e determinazione. Sotto questo profilo ci siamo espressi ai massimi livelli”. L’obbiettivo è ancora difficile da definire: “Dobbiamo ragionare settimana per settimana – ha detto Arcipreti – cercando di fare quanti più punti possibile: il campionato è equilibrato, ma non è che ci aspetta. Spero che questa vittoria porti maggiore autostima nei ragazzi: forse questa è mancata un po’ ultimamente. Confido molto nel lavoro di Battistini, che da due settimane si sta impegnando in maniera maniacale per far arrivare la squadra nella migliore condizione possibile”. Poi un ammissione su un possibile ritorno sul mercato: “Se ci sarà da fare qualche accorgimento, qualcuno arriverà”. Tornando alla prestazione di ieri il dirigente dei Falchetti ha precisato: “Le due soprese di questo derby sono i giovani Farroni e Giambi; sono poi contento per Fiordiani, tornato titolare dopo tanto tempo e che ha disputato una buona gara”. E ora, a Piancastagnaio per confermarsi: “Le difficoltà questa squadra le ha avute e le ha, visto che una vittoria non può cancellare i problemi, ma dobbiamo tenere bene in mente che questo gruppo anche ora può giocarsela con tutti. Andiamo in casa della Pianese a giocare con la stessa intensità mentale e fisica che ho visto ultimamente. Nulla è ancora precluso, nella maniera più assoluta”. Parole condivisibili da parte del dirigente umbertidese, che però devono essere contornate dai risultati. Serve assolutamente un filotto di vittorie per risalire in maniera concreta una classifica davvero molto deludente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.