Foligno, Giunti: “Sarà una partita speciale”

Era il 1991. Vale a dire oramai un quarto di secolo Federico Giunti lasciò Città di Castello, lui che è tifernate purosangue, per approdare al Perugia (dove rimase sei anni contribuendo alla scalata dalla C1 alla A e arrivando persino alla Nazionale, con la quale collezionò la sua unica presenza contro la Bosnia con Arrigo Sacchi ct), per pzoi sgpiccare il volo verso orizzonti più prestigiosi. E domani l’ex capitano del Grifo tornerà per la prima volta da avversario da tecnico del Foligno dov’era partito, e cioè dal Bernicchi. Ovviamente in lui l’emozione non mancherà visto che saranno in molti di sua conoscenza ad essere presenti sugli spalti: “È chiaro che per me non sarà una partita normale: a Città di Castello ho fatto tutta la trafila delle giovanili prima di andare via nel 1991. Rivedrò tante facce note e ci saranno amici e parenti; il terreno sarà quello, anche se l’impianto ha cambiato look. Spero sia una giornata di divertimento… per noi. Mi interessa più che altro il risultato della squadra. Dobbiamo dare senso all’inizio di campionato”. All’esordio il Falco non è andato oltre l’1-1 contro il Jolly Montemurlo ( ricorso permettendo) e Giunti spiega cosa non ha funzionato: “Non abbiamo gestito bene gli ultimi minuti, ma ho rivisto la partita e posso dire che la nostra prestazione l’abbiamo fatto, peccando solamente nel fatto che non l’abbiamo chiusa quando potevamo. I ragazzi hanno capito gli errori fatti e cercheremo di non ripeterli”. Di fronte un avversario difficile, con il morale alle stelle: “Affrontiamo una squadra che ha vinto alla prima e per questo avrà entusiasmo: sono quadrati, concedono poco e non bisogna permettergli di arrivare calci piazzati, situazioni simili o di sfruttare la profondità. Sono ben strutturati e l’arrivo di Gorini aggiungerà ancora più qualità. Noi tecnicamente siamo un’ottima squadra e dovremo farci valere. Non sarà facile, dovremo avere pazienza all’inizio se non troveremo gli spazi, ma abbiamo le carte in regola per vincere la partita”.

LE SCELTE DI FORMAZIONE – Da valutare ancora la presenza di Gennari, che dopo aver recuperato da un fastidio muscolare deve fare i conti con la frattura del dito di una mano. Se ce la farà verrà impiegato insieme a Fogacco con l’esordio di Arboleda a sinistra, altrimenti giocheranno nuovamente Burini e Cavitolo

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>