Foligno, il giudice sportivo assegna la vittoria a tavolino contro il Latte Dolce

In attesa di sapere quelle che sono le novità sul futuro della società il Foligno Calcio torna a sorridere. Il giudice sportivo infatti ha comminato il 3-0 a tavolino a suo favore in quanto il suo avversario, il Latte Dolce, ha schierato per 19′ con un fuoriquota in meno. Particolare che ha fatto quindi scattare la sanzione per il club sardo, che sul campo aveva vinto 4-0 contro i Falchetti, che si erano presentati in campo con la Juniores allenata da Angelini. La classifica, in attesa delle penalizzazioni alquanto probabili per le vicende Monaco e Cicerello, recita ora 14 punti. Ecco quindi che la profezia di Volpi e Spera, gli uomini che stanno tentando disperatamente di risollevare le sorti della società malgrado il parere contrario delle istituzioni, si è puntualmente avverata. Ecco di seguito il testo del comunicato:

Il Giudice Sportivo:

– letto il reclamo, fatto pervenire a seguito di tempestivo preannuncio, dall’ A.S.D. CITTÁ DI FOLIGNO, con il quale si chiede sia inflitta alla S.S.D. LATTE DOLCE SASSARI la punizione sportiva della perdita della gara, ai sensi dell’art. 17 comma 5 del C.G.S., per avere detta società violato, a seguito delle sostituzioni di alcuni calciatori della propria squadra effettuate nel corso del secondo tempo, la norma sull’impiego dei calciatori “giovani”;

– lette le controdeduzioni fatte pervenire dalla S.S.D. LATTE DOLCE SASSARI, con le quali si contestano i fatti descritti dalla società reclamante ed, in particolare, si sostiene che al 16’ del secondo tempo il calciatore n. 9 Scognamillo Luca (classe ’98) sarebbe stato sostituito non con il n. 14 Chessa Andrea (classe ’95), bensì con altro calciatore della medesima fascia d’età, ossia il n. 13 Depalmas Gavino (classe ’98), a causa di un mero scambio di casacche tra i tesserati.

– considerato che il reclamo non è accompagnato da qualsivoglia allegazione istruttoria, e che le circostanze dedotte risultano meramente asseverate;esaminato il rapporto di gara e rilevato che dalla distinta ufficiale della S.S.D. LATTE DOLCE SASSARI risultano schierati nella formazione iniziale, ai fini che qui rilevano: 2 calciatori nato dopo il 1° gennaio 1996, il n. 2 Ravot Simone e il n. 6 Spano Mattia (classe ’96);3 calciatori nati dopo il 1° gennaio 1998, il n. 3 Daga Giuseppe, il n. 7 Puledda Fabio Dolcetti Lorenzo e il n. 9 Scognamillo Luca (classe ’98).

– rilevato che, nel corso del secondo tempo la S.S.D. LATTE DOLCE SASSARI procedeva alla sostituzione di tre calciatori e più precisamente:

 al 1′ del secondo tempo, il n. 8 Piga Carlo (classe ’91) con il n. 18 Canalini Giacomo (classe ’90);

 al 16’ del secondo tempo, n. 9 Scognamillo Luca (classe ’98) con il n. 14 Chessa Andrea (classe ’95);

 al 34’ del secondo tempo, il n. 2 Ravot Simone (classe ’96) con il n. 16 Angioni Diego (classe ’99);

– rilevato che la sequenza delle sostituzioni e, in particolare, quella effettuata al 16’ del secondo tempo, ha chiaramente determinato la violazione dell’obbligo d’impiegare, per l’intera durata della gara, almeno due calciatori nati dal 1°  gennaio 1997 e un calciatore nato dal 1° gennaio 1998, così come previsto dal C.U. n. 1, lettera c) del Dipartimento Interregionale, pubblicato il 1 luglio 2016 per la stagione sportiva 2016/2017.

P.Q.M.

Delibera: 1) di accogliere il reclamo; 2) di infliggere alla S.S.D. LATTE DOLCE SASSARI la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3; 3) di non addebitare la tassa di reclamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.