Il Perugia è già partito per Novara. Del Prete resta in dubbio

La giornata di ieri, almeno secondo alcune fonti locali, è stata quella del confronto tra il presidente Santopadre e lo staff. Le ultime prestazioni, specie dopo il 2-2 contro il Pisa, non si sono rivelate esaltanti, e il numero uno biancorosso, presente alla ripresa, ci ha voluto vedere chiaro. Non è un periodo esaltante per i biancorossi, che non solo vedono allontanarsi le posizioni di testa, ma anche avvicinarsi l’eventualità che i playoff non si disputino nemmeno. I prossimi due impegni, contro Novara e Verona, potrebbero essere indicativi in tal senso.

Questa mattina i Grifoni hanno svolto l’allenamento di antivigilia, prima di salire sul pullman e dirigersi con un giorno di anticipo rispetto al normale programma da trasferta in Piemonte. Il Piola, su otto precedenti (tra questi va menzionato il 2-2 dello scorso anno, che di fatto chiuse il discorso playoff), non è mai stato espugnato ed è forse questo il motivo che ha indotto Bucchi a cambiare i piani. Con la squadra sono partiti regolarmente anche Del Prete, che sta proseguendo il programma di recupero, e Ricci, che dovrà osservare due giorni di riposo per una contusione alla coscia rimediata contro l’Ascoli.

Il recupero del capitano, afflitto ancora dai soliti problemi ai flessori, è importante perchè Belmonte è squalificato e in caso il tecnico sarebbe costretto a ripiegare su Fazzi, che non sempre ha convinto quando è stato schierato. Lo staff medico farà di tutto per metterlo in condizione di scendere in campo. A centrocampo invece Ricci potrebbe cedere il posto a Gnahore davanti alla difesa, mentre gli interni saranno presumibilmente Dezi, che per stessa ammissione del tecnico deve recuperare la condizione giocando, e Acampora che potrebbe spuntarla su Brighi. Davanti tutto confermato, con il possibile impiego di Terrani al posto di Guberti. In difesa infine Mancini dovrebbe essere preferito a Monaco.

Si può ovviamente andare a sensazioni visto che la rifinitura verrà svolta direttamente a Novara. Sarà molto importante capire come la squadra risponderà sul sintetico del Piola e la condizione fisica deve necessariamente migliorare per continuare a sognare un posto al sole tra le prime otto del campionato cadetto. Ammesso che gli spareggi promozione si giochino davvero…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.