Il Perugia prepara il derby tra calma piatta e grande concentrazione

A Pian di Massiano, dopo il colloquio di ieri mattina, il Perugia è entrato ufficialmente in clima derby. L’atmosfera che si respirava all’antistadio era di relativa calma piatta, complice probabilmente il fatto che l’allenamento pomeridiano era ancora una volta inibito a tifosi e giornalisti. I giocatori dal canto loro hanno mostrato grande concentrazione ed applicazione, segno che non si vuole lasciare nulla al caso in vista di un match che potrebbe indirizzare in un senso o nell’altro la stagione. Tra le note certe di questo pomeriggio va segnalato il rientro in gruppo di Fabinho, uno degli elementi da cui è attesa la scossa, mentre non si è ancora visto Rodrigo Taddei, che evidentemente deve essere rimasto in palestra. All’allenamento non ha preso parte nemmeno Marco Rossi, la cui assenza aveva destato qualche perplessità; tuttavia lo staff sanitario ha subito precisato che il difensore ha beneficiato di un permesso accordatogli dalla società per motivi personali e pertanto è da escludere qualsiasi problema fisico. Dopo un iniziale richiamo atletico mister Pierpaolo Bisoli ha lasciato intendere quelle che potrebbe il modulo da contrapporre all’undici allenato da Roberto Breda, vale a dire un ritorno al 4-2-3-1: davanti a Rosati difesa che potrebbe essere formata da Del Prete, Volta, Belmonte e Alhassan (o Rossi); Rizzo e Della Rocca in mediana e Ardemagni unica punta supportata da Spinazzola, Parigini (che verrebbe riconfermato dopo la buona prova di Latina) e Zapata, con Lanzafame inizialmente in panchina. Ovviamente siamo nel campo delle ipotesi visto che è soltanto la seconda seduta della settimana e alla partita più attesa dell’anno mancano ancora quattro giorni, ma l’intenzione del tecnico, come del resto avvenuto in altre occasioni, ultima in ordine di tempo Latina, potrebbe essere quella di schierare i biancorossi a specchio, per cercare di limitare il più possibile il potenziale offensivo della Ternana. Ma l’ultima parola spetterà come sempre solo al campo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta