Il Perugia vola in Calabria con Salifu. Bolzoni si allontana sempre più

Il Perugia è partito stamani in direzione Crotone, dove domani affronterà la capolista in un match che si preannuncia difficilissimo. Sul pullman che ha condotto la squadra all’aeroporto c’era anche Amidu Salifu, da tempo sul piede di partenza. La decisione di convocare il ghanese è stata presa da Bisoli per compensare l’assenza di Rizzo, rimasto a casa per i postumi dell’influenza che gli ha impedito di giocare domenica. Non si è aggregato alla spedizione anche Belmonte, che si è visto respingere il ricorso contro le tre giornate di squalifica (in Calabria dovrà scontare l’ultima) e Guberti, che sta ultimando il recupero dal problema muscolare che lo ma messo ko a Milano Marittima. Ecco quindi la probabile formazione, con la pressoché certezza che verrà adottato il 3-5-2: Rosati in porta; Mancini, Volta e Comotto (che dovrebbe spuntarla su Marco Rossi, altro giocatore convocato ma in procinto di lasciare la maglia biancorossa); linea mediana a cinque formata da destra a sinistra da Del Prete, Zebli, Taddei, Della Rocca e Spinazzola ed infine attacco composto da Bianchi e Di Carmine, preferito ad Ardemagni per le sue caratteristiche di punta di movimento. Due quindi i ballottaggi: Comotto – Rossi per la difesa, con percentuali rispettivamente del 75% e 25%, e Di Carmine – Ardemagni per il reparto avanzato, con il primo che ha l’80% di possibilità di partire dall’inizio contro il 20% del secondo per i motivi sopra spiegati.

LE ULTIME DI MERCATO: PRESO MONACO PER 80 MILA EURO. BOLZONI QUASI DEL NOVARA. INTRECCI INTERESSANTI CON IL TORO – Nella tarda serata di ieri è arrivata l’ufficialità: Salvatore Monaco è un giocatore del Perugia. Il difensore napoletano proveniente dall’Arezzo ha firmato il contratto che lo legherà alla squadra umbra per i prossimi tre anni. L’accordo prevede che il Perugia versi subito nelle case del club amaranto la somma di 80 mila euro. Sempre più difficile arrivare a Bolzoni: il centrocampista del Palermo, a lungo inseguito dal Grifo, ha ritenuto più allettante l’offerta del Novara che ora può chiudere. Per compensare questa probabile mancanza Santopadre e Goretti hanno intensificato in questi giorni i rapporti con il Torino per portare in biancorosso il norvegese Farnerud (1984), centrocampista in grado sia di fare il regista che la mezzala ma che però sembra restio a scendere di categoria, ed il bosniaco ma naturalizzato francese Sanjin Prcic (1993), che sta trovando poco spazio tra le fila della squadra allenata da Giampiero Ventura. Ma potrebbe anche spuntare un nome caro ai tifosi: quello di Marco Moscati (1992), l’eroe del quattro maggio. Il ds dei labronici Ceravolo ha negato l’esistenza di trattative in essere, ma il giocatore è fiducioso e il non idilliaco rapporto con Panucci potrebbe rendere più attuale una soluzione da tempo auspicata dallo stesso centrocampista. Infine sempre di attualità le soluzioni Valoti del Pescara, trequartista, e Aguirre dell’Udinese per l’attacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.