Il punto sui dilettanti: per il Trestina è fuga vera

E’ stata una giornata importante quella appena disputata, perché i vari campionati iniziano a prendere, quando oramai abbiamo superato abbondantemente la prima metà della stagione, una precisa fisionomia. Si sono infatti registrati dei risultati che possono essere decisivi; analizziamo dettagliatamente le varie situazioni.

ECCELLENZA, IL TRESTINA FA LA LEPRE E SCAPPA – Lo scossone maggiore si è avuto in Eccellenza, con il Trestina che ha fatto praticamente il vuoto. La capolista, battendo seppur a fatica la Pontevecchio grazie ad un gol di Antonelli quasi allo scadere, ha allungato il distacco a +7 sulla Subasio, sconfitta 2-0 nel derby contro un’Angelana che si conferma sempre di più ammazza grandi e approda quindi in zona playoff. Perde terreno anche il Villabiagio, bloccato sullo 0-0 a Soccorso contro il Ventinella, che ora è terzo a -11 dalla vetta. Sale in quarta posizione il San Sisto, che piega 1-0 in trasferta la Trasimeno condannandola praticamente alla resa. In chiave salvezza importanti successi per Cannara (2-1 in rimonta sul Todi), Bastia (2-1 al Braca di Torgiano) e Petrignano (2-1 contro il Massa Martana al termine di una partita roccambolesca); quest’ultimo può ora provare a sognare qualcosa di più senza però perdere di vista il reale obbiettivo, quello della permanenza nella categoria.

PROMOZIONE, FINALMENTE SI SPEZZA IL DUOPOLIO NEL GIRONE B – Il Fontanellebranca non sfrutta un’occasione d’oro per volare sempre più in vetta al girone A. La squadra di Andrea Lisarelli non è andato oltre lo 0-0 casalingo contro il Tavernelle, in netta ripresa dopo il cambio di allenatore, e rimane in testa con 5 punti di vantaggio sul Lama, bloccato con lo stesso punteggio sul campo di una San Marco Juventina sempre più in lotta per i playoff. Ad approfittarne è soltanto il Pontevalleceppi, che supera al Borgioni il Cerqueto per 1-0 riavvicinandosi a -6 dalla vetta. Quarto il Marra San Feliciano, in virtù del pari a reti bianche a Città della Pieve, mentre è significativo l’1-0 con cui il Casa del Diavolo batte ad Umbertide la Real Pitulum Tiberis. Tre punti che significano quinto posto. Giochi apertissimi in coda, dove l’Agello non riesce a superare la Pietralunghese (ancora un pari a reti inviolate) e resta a -2 dai playout. Passiamo al girone B, dove dopo molte settimane c’è una capolista solitaria: è l’Atletico Orte, che al termine di una partita spettacolare è riuscito ad avere la meglio sull’Arrone per 3-2. Il tutto a causa del 2-2 tra Campitello e Bevagna, il primo a -2 dalla vetta e consente al fanalino di coda di sperare ancora negli spareggi retrocessione, trovandosi a -1 dalla GM penultima, travolta 4-0 dall’Amerina. Perde terreno dall’Orvietana, che ora è terza a -6, battuta nello scontro diretto dal Ducato: un 2-1 che allontana quasi del tutto ogni velleità di vittoria. Infine la Nuova Gualdo Bastardo deve guardarsi attentamente alle spalle perché, a causa del 2-2 esterno con l’Amc 98, il Nocera è salito a -1 in virtù del successo esterno ad Assisi di Zampagna, che anch’esso resta in corsa trovandosi a due punti dal paradiso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.