Il punto sui dilettanti: volano Trestina e Fontanellebranca

Come ogni lunedì torna l’appuntamento con il resoconto dei campionati di Eccellenza e Promozione. Anche quella di ieri è stata una giormata importante: il Trestina e il Fontanellebraca hanno allungato sulle dirette inseguitrici, con successi che alla fine potrebbero rivelarsi decisivi. Ma ecco il quadro dettagliato di quanto avvenuto ventiquattro ore fa.

ECCELLENZA, DIETRO IL TRESTINA SOLO LA SUBASIO – La capolista Trestina continua a volare. Il rotondo 4-0 sulla Trasimeno certifica lo stato di grazia dei tifernati, che mantengono il +4 sulla Subasio, a cui è servito il recupero per avere ragione del Cannara con un 2-1 in rimonta. Staccato di sei punti il Villabiagio terzo, bloccato sull’1-1 a Narni. In quarta posizione si issa il San Sisto a 29, uscito imbattuto da Petrignano, con l’1-1 finale mentre segue subito dopo il Castel del Piano a quota 27, superato in casa 2-1 dal Todi. Reti bianche infine in Angelana-Pontevecchio e Ventinella-Bastia, con la squadra di Farsi che perde una buona occasione per riagganciare i playoff.

PROMOZIONE, TENTA LA FUGA IL FONTANELLEBRANCA – La copertina della giornata spetta ancora una volta al Fontanellebranca di Lisarelli, che ha raggiunto quota 41 punti, abbozzando un primo tentativo di fuga. Sul campo della San Marco Juventina la capolista del girone A ha dato spettacolo travolgendo i locali con un perentorio 3-0, approfittando dello 0-0 del Lama nel derby con il Madonna del Latte. Perde colpi anche il Pontevalleceppi, battuto in casa dal Casa del Diavolo. Successi importanti in coda per Agello (2-1 sul Tavernelle), Cerqueto (3-1 su un Corciano in caduta libera) e Real Pitulum Tiberis (2-0 sul Marra San Feliciano). Veniamo ora al girone B, dove continua a regnare l’equilibrio. Due sono le squadre in testa: Atletico Orte e Campitello, entrambe con 40 punti all’attivo. I laziali son stati bloccati sul 2-2 interno dall’Assisi in un match dalle mille polemiche, mentre il Campitello non è andato oltre lo 0-0 con la Clitunno. Ma tra le due litiganti la terza non gode  perchè l’Orvietana, 39 punti, ha sciupato un’occasione colossale per andare in vetta, facendosi battere in casa dalla Nuova Gualdo Bastardo con un roccambolesco 6-4. Vittorie esterne per Bevagna (1-0 sull’Amerina), Nocera (sbancato il Checcarini di Marsciano di misura) e Olympia Thyrus (2-1 sull’AMC 98) che tornano a sperare in qualcosa d’importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.