La Ternana domani in campo ad Alice Castello. Malago: “Il 26 la decisione definitiva sul Tar sulla B”

Mentre la dirigenza continua a lottare sul fronte giudiziario la Ternana squadra, in attesa di capire quando tornerà a giocare partite ufficiali, prova a pensare al calcio giocato. Incassato in rinvio delle prime tre giornate è stata ufficializzata, dopo essere stata annullata, un’amichevole contro la Pro Vercelli. Si giocherà domani alle ore 15 sul campo di Alice Castello. Ecco di seguito il comunicato del club rossoverde:

La Ternana Calcio comunica che la gara amichevole Pro Vercelli-Ternana si svolgerà sabato 22 settembre alle ore 15.00 al campo “Luigi Salussolia” di Alice Castello (Vc).

L’ufficialità è giunta solo oggi (ieri ndr) in seguito ai continui aggiornamenti e cambiamenti dello scenario calcistico nazionale“.

Restano a casa Pobega, Butic, questi ultimi due ancora non al meglio, e Nicastro, in permesso per la nascita del primo figlio. Presente il classe 2000 Filipponi, professione centrocampista. Questa la lista dei convocati:

Portieri: Iannarilli, Gagno, Vitali

Difensori: Fazio, Diakitè, Lopez, Giraudo, Bergamelli, Hristov, Gasparetto

Centrocampisti: Defendi, Vives, Altobelli, Salzano, Rivas, Filipponi, Callegari

Attaccanti: Vantaggiato, Marilungo, Furlan, Frediani, Bifulco.

Ripescaggi, importanti novità Emergono importanti nuove riguardo al possibile ripescaggio della Ternana in serie B. Il presidente del Coni Giovanni Malagò, a margine della presentazione della Casa del Volley di Rimini, ha dichiarato al sito www.altarimini.it: “La giustizia sportiva che ovviamente deve essere equa e responsabile, giudiziosa e laica, ha una prerogativa che è assolutamente indispensabile ed è la velocità. In questo caso la velocità non c’è stata e ha creato tutta una serie di problemi che sono sotto gli occhi di tutti”. A breve sulla vicenda, secondo il numero uno dello sport italiano, dovrebbe essere scritta la parola fine: “Mi sembra che il 26 settembre prossimo ci sia un pronunciamento definitivo del Tar sulla materia e quindi a questo punto in un senso o nell’altro, la situazione sarà chiarita. In questi giorni – ha concluso – ne ho parlato a lungo con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, e condividiamo in pieno il dovere che quello che è successo non debba più accadere, nel senso che situazioni come queste non accadano più”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta