Mercoledì a Spoleto il Memorial Pasquino

La nuova società targata Pecorelli – Casella ha dimostrato ampiamente di saper mantenere le tradizioni. Mercoledì 19 agosto, allo stadio Comunale di Spoleto, andrà in scena la settima edizione del memorial Marcello Pasquino che dall’anno passato è stato intitolato anche allo storico presidente dello Spoleto Giancarlo Mercatelli, recentemente scomparso. Verrà quindi reso il giusto tributo, oltre che al vecchio patron, anche ad un personaggio che ha fatto la storia del calcio spoletino e non solo: c’era infatti lui sulla panchina dell’allora Fortis Spoleto che, al termine della stagione 2005/2006, vinse il campionato di serie D guadagnandosi la promozione in C2, prima che gli organi della giustizia sportiva rendessero vana questa impresa a causa di inadempienze finanziarie, estromettendo la società dal campionato. Pasquino, calabrese purosangue e originario di Paola (Cosenza), era una persona capace di farsi amare e rispettare, tanto è che molti giocatori devono a lui la propria crescita e i traguardi raggiunti. Fautore di un 3-4-3 caratterizzato da una circolazione palla a terra, Pasquino è riuscito in un’impresa straordinaria in una squadra che molti avevano pronosticato come retrocessa, lasciando un marchio indelebile nella memoria dei ragazzi biancorossi. Come detto questa gioia fu effimera, e non solo per quanto deciso dalla giustizia sportiva qualche settimana dopo; il maestro, come lo chiamavano da quelle parti, ben presto si trovò a dover combattere una battaglia ben più difficile di quella del campo, dovendo fronteggiare una malattia terribile. Il coraggio non gli mancò, ma il 9 luglio nel 2008 il cuore cessò di battere e il grande artefice di quello straordinario risultato dovette quindi arrendersi. L’amichevole tra l’attuale Voluntas Spoleto e la Subasio, in programma mercoledì alle 21, sarà quindi la migliore occasione per ricordare questo uomo e allenatore straordinario. Anche la tifoseria, che avrà il compito di scegliere il miglior giocatore della serata, si sta mobilitando, avendo sicuramente ascoltato l’appello diffuso dal direttore generale Daniele Casella tramite videomessaggio: “Finalmente siamo alla fine del ritiro, andato benissimo. Voglio tutta Spoleto allo stadio per questo importantissimo evento, deve essere un delirio. Grazie e buon ferragosto a tutti”. E le emozioni sicuramente non mancheranno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.