Perugia, Bucchi: “Siamo carichi per passare il turno”

E venne il giorno della prima conferenza stampa prepartita per Cristian Bucchi da allenatore del Perugia. L’occasione è la vigilia di Perugia – Alessandria, valevole per il secondo turno della Coppa Italia. Una partita in cui il tecnico ritroverà quasi tutti gli effettivi: “Mancherà soltanto Drole, mentre gli altro sono recuperati, compresi i puniti. In un gruppo ci sono delle regole magari non scritte ma che devono essere rispettate. Questo periodo è servito per conoscerci e capita di passare per queste situazioni”. Avversario difficile nonostante la differenza di categoria, obbiettivo unico è il passaggio del turno: “Affronteremo questa gara con tanta voglia di vincere. Ci conosciamo sempre di più e stiamo migliorando sotto il profilo fisico atletico. L’Alessandria è un’ottima squadra, con calciatori che fino all’anno scorso giocavano in B. Penso a Gonzalez, Piccolo e Cazzola. È sicuramente un test impegnativo ma siamo carichi per vincere”. Il tecnico ha anche annunciato la formazione: “In porta ci sarà Rosati mentre in difesa Imparato, Volta, Belmonte e Alhassan. A centrocampo ci saranno Zebli e Ricci con un dubbio che ci terremo tra Joss e Brighi. Davanti Buonaiuto, Di Carmine e Guberti”. Brighi quindi verso la panchina, così come Chiosa e Bianchi: “Matteo sta bene e vorrebbe giocare, ma non voglio correre il rischio di perderlo per più tempo. Chiosa si è allenato tutti i giorni e ha fatto sempre molto bene, ma voglio vedere il rendimento di Alhassan, che abbiamo avuto a singhiozzo. Per Bianchi non deve trattarsi di una bocciatura, ha sempre lavorato benissimo ed è un professionista esemplare; purtroppo ci sono delle scelte tecniche e ci sarà tempo per ribaltare tutto quanto. Al suo posto giocherà Di Carmine, una scelta fatta da una parte per capire il materiale umano a disposizione, dall’altra per vincere, come piace a me. Non si muove, sta con noi e farà bene. È stimato da tutti per come si sacrifica e per come sa giocare a calcio”. Come regista a centrocampo sara impiegato nuovamente Ricci: “Ha ricoperto spessisimo questo ruolo e le sue caratteristiche si conformano ad esso perchè ci dà la possibilità di variare la costruzione del gioco. Sarà impiegato in questa posizione anche se Brighi dovesse essere della partita”.  Ma questo Perugia a che punto sta? “Direi che possiamo reggere 70′ ad un buon ritmo – ha spiegato Bucchi – e non abbiamo spinto al massimo anche per scelta a mercoledì abbiamo lavorato molto e da giovedì abbiamo cercato la brillantezza. Siamo comunque in crescita, stiamo trovando uma quadratura importante in fase di non possesso. Dobbiamo migliorare la qualità e la finalizzazione”. Il feeling tra il tecnico e la società è stato immediato: “Quando ci siamo incontrati ci siamo trovati d’accordo nel puntare sul gruppo della passata stagione, composto da giocatori e uomini importanti. Sarebbe stato stupido smantellarlo”. Tra questi dei giovani importanti: “Zebli e Mancini possono fare molta strada, dipende da loro. Per quanto riguarda la Primavera ce ne sono diversi, potrenno sicuramente tornare utili. Ho ritenuto giusto valorizzarli in queste amichevoli”. Il guadalupense Mirval è apparso un po’ un oggetto misterioso: “È venuto in ritiro ma non si è mai allenato per un problema avuto durante il viaggio. Lo abbiamo sottoposto a delle analisi e ha lavorato quasi esclusivamente con lo staff medico, rieducando il fisico in modo graduale. Posso dare solo una valutazione approssimativa su di lui”. Si chiude con le differenze tra il passato ed il presente: “Da ragazzo non avevo grandi responsabilità e dovevo solo provare a farmi largo in mezzo a tanti campioni. Oggi invece sono tornato con una bella responsabilità, consapevole di dover crescere insieme alla società”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.