Perugia, il carattere c’è: Cerri replica su rigore ad Ardemagni. Ma la classifica ora preoccupa

Termina così 1-1 il posticipo tra Perugia e Avellino. Buona prova di carattere da parte dei Grifoni che pareggiano il gol dell’ex Ardemagni grazie ad un rigore di Cerri. Un buon punto di (ri)partenza, anche se la classifica ora preoccupa. I biancorossi stazionano ora in zona playout.

92′ allontanato Novellino per proteste

91′ arriva di gran carriera dalla distanza Di Tacchio, Rosati alza in corner

4′ di recupero

88′ Bianco serve in mezzo Cerri, murato in extremis

82′ esce nell’Avellino D’Angelo ed entra Falasco

74′ Cerri fa centro: 1-1

73′ calcio di rigore per il Perugia: mani in area di Ngawa, verrebbe da dire era ora!

70′ D’Angelo ha la palla buona per il raddoppio, Rosati sventa il pericolo

68′ esce Moretti nell’Avellino ed entra Lasik

67′ entra Bianco al posto di Brighi nel Perugia

65′ esce Asensio ed entra Castaldo nell’Avellino

63′ Cerri lanciato verso la porta viene atterrato in area. Niente rigore. Ma oramai ci siamo abituati

58′ cambio Perugia: Cerri per Falco

55′ entra nel Perugia Terrani al posto di Mustacchio

54′ punizione di Pajac, testa di Volta out

53′ ammonito Suagher per fallo su Monaco

52′ Bandinelli mette in mezzo per Di Carmine che non ci arriva di un soffio

49′ ammonito Migliorini per strattonata su Di Carmine

Si riprende senza cambi e sotto una pioggia battente

Finisce il primo tempo tra i fischi

43′ ammonito Pajac per gioco scorretto

41′ cross da destra, colpo di testa di Ardemagni e rete. È il gol dell’ex che non esulta

39′ sull’altro fronte un colpo di tacco in area di Mustacchio su angolo di Buonaiuto crea scompiglio nell’area biancoverde, ma la difesa ospite si salva in qualche modo

35′ Asencio ha la palla buona per colpire dal limite, ma manca di poco il bersaglio

28′ sinistro a mezz’altezza di Falco, blocca in due tempi Radu

26′ sinistro di Pajac rasoterra, blocca Radu

22′ cross da destra, capocciata di Migliorini, a fare il miracolo stavolta è Rosati

17′ occasionissima Perugia: Buonaiuto se ne va sulla sinistra e mette al centro teso per Di Carmine, che trova il corpo di Radu dopo aver colpito a botta sicura

16′ tenta la rovesciata volante a centro area D’Angelo, che però impatta male la sfera e finisce sul fondo

15′ primo giallo della gara, comminato a Bandinelli per un’entrataccia su Molina

11′ mette in gol Asencio, ma il giocatore dell’Avellino era in fuorigioco

Si parte. Piove ad intermittenza al Curi

Perugia (4-2-3-1): Rosati; Zanon, Volta, Monaco, Pajac; Bandinelli, Brighi; Mustacchio, Falco, Buonaiuto; Di Carmine. A disp.: Santopadre, Nocchi, Casale, Dossena, Colombatto, Han, Belmonte, Bianco, Terrani, Cerri. All. Breda

Avellino (4-4-2): Radu; Laverone, Suagher, Migliorini, Ngawa; Molina, Di Tacchio, Moretti, D’Angelo; Ardemagni, Asencio. A disp.: Lezzerini, Iuliano, Kresic, Camarà, Castaldo, Falasco, Gliha, Lasik, Paghera, Bidaoui.

Arbitro: Federico La Penna di Roma.

Per Roberto Breda scocca l’ora del debutto al Curi come allenatore del Perugia e questo si accompagna ad un’esigenza pressochè irrinunciabile: tornare alla vittoria. Da troppo tempo quest’ultima manca, cioè da un mese e mezzo, ed in più la classifica inizia a preoccupare. I segnali di ripresa da quando è subentrato il nuovo tecnico ci sono ma ora servono i punti e sono pronti dei cambiamenti sul piano tattico per cercare di riuscirci. Dal punto di vista degli uomini di certo si sa che Rosati riprenderà il suo posto tra i pali, mentre dubbi sussistono negli altri reparti, con esclusioni anche eccellenti possibili. Seguite la diretta a partire dalle 20:30.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>