Perugia, il ritorno di Cerri. Belmonte insidia Volta e Monaco…

Una bella sorpresa, anche se era da giorni attesa, ha fatto capolino questa mattina nella seduta blindata che ha sostenuto il Perugia. Sul campo dell’antistadio si è rivisto, dopo un prolungato periodo di assenza, Alberto Cerri. Per lui solo lavoro a parte, in quanto è risaputo che contro la Pro Vercelli, partita che sulla carte potrebbe restituire il primato ai Grifoni, il bomber ex Cagliari e Lanciano non ci sarà. Più probabile possa rientrare a Foggia venerdì 13 ottobre. Tutti a disposizione gli altri giocatori, specie chi ieri non ha preso parte al test contro la Primavera, vinto lo ricordiamo per 5-0.

Ieri pomeriggio hanno giocato gli elementi meno impiegati fino a questo momento: tra questi i progressi maggiori sono stati fatti registrare da Nicola Belmonte, che potrebbe anche prendere il posto di uno dei due centrali titolari nella formazione iniziale, concedendo loro un turno di riposo (più facile possa toccare a Volta, essendo diffidato). A centrocampo quasi certo il ritorno di Brighi dal 1′, che dovrebbe salvo sorprese affiancare Colombatto e Bandinelli. Il rebus maggiore riguarda il reparto offensivo. Diverse le soluzioni: la prima, quella più verosimile, vedrebbe l’inserimento di Mustacchio come seconda punta al fianco di Di Carmine con Falco o Terrani alle loro spalle; la seconda l’ex Lucchese avanzato e Falco trequartista con il bomber fiorentino ovviamente inamovibile. Infine, l’impiego di Buonaiuto come spalla del numero 10.

Tutte ipotesi ovviamente, che verranno verificate nelle ultime due sedute prima della partita, domani e sabato mattina alle 11.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.