Perugia, Nesta: “A Palermo sbagliato l’atteggiamento. Domani partita difficile da intepretare”

Nemmeno il tempo di leccarsi le ferite che per il Perugia è già tempo di tornare in campo. Domani si gioca per quinta giornata e al Curi arriverà il Carpi, squadra tornata sotto la guida di Fabrizio Castori, capace di creare più di una difficoltà in passato. Out Felicioli ed Han, c’è qualche possibilità di vedere in campo Vido il cui infortunio è risultato meno grave del previsto.

È Alessandro Nesta in persona a fare il punto della situazione: “Ha fatto gli accertamenti, che non hanno riscontrato lesioni, solo una contrattura. Vedremo domani come sta, ma c’è la possibilità che possa giocare”.

Si torna poi sulla sfida di Palermo: “Non eravamo ne aggressivi ne compatti. Quando si scende in campo o si è forti davanti o si resta bassi senza concedere spazi. Abbiamo sbagliato atteggiamento. Se è stato un problema fisico? Non credo, abbiamo proseguito quello che facciamo di solito senza caricare. Non è facile staccare e riattaccare la spina, spero che il problema sia quello”.

Ora il Carpi: “Vengono da un cambio di allenatore, con Castori che sa di calcio. È una partita non facile da interpretare. Riuscire a sbloccare presto il risultato sarebbe la situazione ideale. Abbiamo tutti voglia di rigiocare per far vedere che non siamo quelli di Palermo”.

Sulla mancanza presunta di una leadership il tecnico afferma: “Quando ero al Milan cambiavano solo quattro giocatori l’anno. Tutti si erano conquistati i gradi. Credo che ci sia bisogno di più persone così riconosciute dal gruppo. Io ho avuto capitani di poche parole e molti fatti. C’è il campo a decidere tutto”.

Si chiude con un auspicio ben preciso: “Mi aspetto che tutti facciano la stessa cosa allo stesso momento. Non voglio vedere gente che abbia paura: questo dovrò essere bravo a farglielo capire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.