Perugia, presentata la campagna abbonamenti. Santopadre: “La squadra verrà regolarmente iscritta al campionato”

Ora non ci sono più dubbi. E aggiungiamo opportunamente se mai ce ne fossero realmente stati. Il Perugia Calcio verrà regolarmente iscritto al campionato di serie B: lo ha confermato Massimiliano Santopadre in persona nei minuti immediatamente precedenti la presentazione della campagna abbonamenti per la stagione 2016/17, rivelando anche l’istituto di credito a cui il numero uno biancorosso si è rivolto per ottenere la fidejussione necessaria, e cioè la Cassa di Risparmio di Orvieto. “È tutto pronto, la fidejussione verrà presentata in Lega – ha aggiunto il presidente nel corso della conferenza stampa – è un momento difficile per me ma ho la coscienza a posto. La mattina mi alzo e cerco sempre di tirare dritto. Credo sia doveroso che tutta la tifoseria faccia un plauso alla Cassa di Risparmio di Orvieto, perché abbiamo ottenuto la fidejussione in 48 ore e ha dato prova di grande professionalità”. E Banca Etruria? “Devo precisare che si erano resi disponibili, ma ho preferito proseguire il rapporto con la banca orvietana. Credo fosse giusto così”. Taglio netto con il passato e si pensa solo al campo quindi. La notizia più importante è che i due sponsor, vale a dire Officine Piccini (principale) e I Fort infissi compariranno sulle maglie del Grifo anche per la prossima stagione. In particolare, per il primo il rinnovo sarà valido anche per la stagione successiva, eguagliando il record della Cassa di Risparmio di Perugia, che ha resistito cinque anni. Santopadre ha voluto porgere i ringraziamenti ai rappresentanti presenti in conferenza, Luciano Marcaccioli di Piccini e Stefano Gatti di I Fort Infissi: “Mi fa molto piacere che in un momento del genere gli sponsor siano rimasti al nostro fianco. Le considero un gesto di solidarietà e fiducia nella persona”. La parola quindi ai primattori del rinnovo delle rispettive partnership. Marciaccioli assicura di “credere nel Perugia e in chi lo rappresenta. Andiamo avanti con lo stesso spirito, anzi ancor più di prima”. Soddisfatto anche Gatti: “Questa per noi è la terza esperienza, una sui cartelloni pubblicitari e due sulle maglie. Siamo imprenditori più o meno giovani, per noi è un sacrificio ma anche un onore sostenere questa squadra. Sono sicuro che ci porterà delle soddisfazioni snche nel campionato che verrà e grazie anche ai ragazzi del marketing la nostra azienda è conosciuta in Umbria e non solo”. Entriamo ora nei dettagli della campagna abbonamenti. Lo slogan sarà “Perugia Eterna” e Santopadre ne spiega così le motivazioni: “L’inizio coinicide con l’apertura del museo che rende questa società eterna. Qualcuno sperava nel contrario ma gli ha detto male. Chi sceglie di abbonarsi lo faccia con la massima traqnuillità, chi non lo può fare magari per problematiche economiche resta comunque tifoso del Perugia. Starà a noi dare fiducia con i risultati e faremo di tutto per fare un bel campionato. Vogliamo avere un vantaggio in più, quello del pubblico. Più siamo meglio è”. Si parte il 7 luglio con la prelazione e questa fase durerà fino al 23. Dal 25 si aprirà la vendita libera. In particolare, per quanto riguarda il primo periodo, va sottolineato che per i disabili con invalidità certificata al 100% è possibile sottoscrivere l’abbonamento gratuito, unitamente all’accompagnatore se previsto nel certificato di invalidità. Novità significative riguardano anche gli studenti universitari, anch se non umbri, che potranno prendere posto in tribuna est a soli 110 euro. I requisiti sono: libretto universitario, documento di identità e Grifo Card. Inoltre per gli abbonati sarà possibile acquistare un piumone mimetico a soli 20 euro. “Dà l’idea della battaglia – ha precisato Santopadre – e non verrà messo in vendita”. Inevitabile poi soffermarsi sul discorso mercato ora che il più è sistemato: “Faremo solo dei colpetti, che è meglio. Partiremo da alcuni punti fondamentali: abbiamo 14-15 giocatori di proprieta e sistemeremo i tasselli migliorabili. Ma soprattuto prenderemo giocatori pronti che non vengano da infortuni gravi. Ho imparato che i campionati si vincono nei primi 3-4 mesi e dopo recuperare è difficile. Staremo più attenti all’aspetto medico”. Sulla scelta di Bucchi: “È un tecnico giovane, molto preparato e che pratica un calcio equilibrato. Non vuol dire che Bisoli abbia sbagliato; semplicemente su alcune cose non potevamo coesistere, cosa che con Cristian riesce meglio. Colgo però l’occasione per salutare Bisoli con cui personalmente mi sono divertito molto e sono stato bene. Ho fatto una scelta trasparente, che spero ci porti ai playoff”. Chiosa finale su Massimo Volta, prossimo al rinnovo: “Al 99% è fatta, per è incedibile e vuole restare”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>