Perugia, si lavora alle uscite: Felicioli e Leali ad un passo dall’addio. Han più vicino al rientro anticipato…

In attesa di rivedere la squadra in campo (la ripresa degli allenamenti è fissata per domani con una doppia seduta) tiene ancora banco il mercato in casa biancorossa e non potrebbe essere altrimenti. La società di Pian di Massiano, decisa a non lasciare nulla di intentato per la corsa alla serie A, si sta dimostrando tra le più attive e sta ponderando attentamente ogni mossa. Vediamo il quadro della situazione.

Iniziamo dalle uscite, che è l’ambito in cui Goretti si sta dando maggiormente da fare. Dato oramai per certo l’addio di Moscati, pronto ad accasarsi a Brescia, Salernitana o Lecce (le Rondinelle sarebbero in pole), sono ad un passo dall’addio due giocatori impiegati con il contagocce in questa prima metà di stagione: il terzino sinistro Gianfilippo Felicioli ed il portiere Nicola Leali. Entrambi saranno presenti domani al campo di allenamento, ma probabilmente di passaggio, dato che il primo è in procinto di trasferirsi all’Ascoli, con il suo procuratore che sta limando gli ultimi dettagli (al suo posto è sempre più probabile l’arrivo dell’ex Martella), mentre il secondo, che ha perso il posto da titolare con l’arrivo di Gabriel (complice per la verità anche qualche incertezza di troppo). Lo vorrebbe Breda a Livorno e la sensazione è che il discorso presto possa essere intavolato.

In entrata c’è attesa per l’ufficialità di Sadiq, che ha espletato le formalità di rito, mentre è praticamente fatta per Marcello Falzerano del Venezia, che rimpiazzerà il partente Moscati. L’accordo con i lagunari è stato trovato per una cifra vicina ai 300 mila euro, che sarebbe l’indennizzo da essi richiesto per farlo partire con qualche mese d’anticipo sulla scadenza del contratto, più dei bonus legati all’eventuale promozione in A del Perugia. Falzerano è una mezzala di sicuro affidamento e i biancorossi lo conoscono bene per averlo incontrato nel nefasto preliminare playoff della scorsa stagione che pose fine in malo modo alla loro stagione. La firma è prevista nell’arco delle prossime 48 ore.

Han, una Coppa d’Asia che nasce sotto una cattiva stella Non è iniziata bene per la Corea del Nord, ma soprattutto per uno dei protagonisti più attesi, la Coppa d’Asia 2019. Come se non bastasse la sconfitta per 4-0 rimediata al cospetto dell’Arabia Saudita, per Han c’è stata anche la beffa dell’espulsione, giunta intorno alla mezz’ora del primo tempo per doppia ammonizione, con l’avversario avanti di due gol. Per restare in corsa la nazionale nordcoreana dovrà vincere domenica 13 contro il Qatar ed Han, squalificato, non giocherà. Si avvicina dunque un suo rientro “anticipato” a casa anche se è molto difficile possa essere a disposizione contro il Brescia sabato 19 (il 17 contro il Libano l’ultima gara del girone).

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>