Perugia, verso una nuova emergenza per il Cesena. In attacco vicino l’arrivo del bomber Forte

Inizia ad attenuarsi il vento di tramontana che sferza da giorni a Pian di Massiano, ma non certo l’emergenza. E così Cristian Bucchi sembra essere costretto a riniziare il campionato così come lo aveva iniziato, vale a dire in piena emergenza. Non sono bastate infatti le tre settimane di sosta per mettere a segno alcuni recuperi eccellenti: già note le assenze di Di Carmine e Nicastro, ci provano invece Dezi e Monaco, che hanno lavorato a parte. Per loro saranno decisive le prossime sedute. Buone notizie invece da Brighi e Guberti, che hanno ripreso a pieno regime con il gruppo. La domanda tuttavia potrebbe essere la seguente: quale attacco contro il Cesena? Una partita già di per se insidiosa, visto che la squadra guidata dal grande ex Andrea Camplone ha il morale a mille dopo aver raggiunto i quarti di Coppa Italia, potrebbe complicarsi ancora di più. Buonaiuto infatti, al pari di Zavan ed Alhassan, oggi non si è visto e potrebbe esserci abbastanza penuria per quanto riguarda gli esterni offensivi. Il soccorso potrebbe arrivare dal mercato: sembrerebbe che Francesco Forte, bomber della Lucchese di proprietà dell’Inter, sia in procinto di rinnovare il contratto fino al 2020 con i nerazzurri, che poi lo girerebbero in prestito fino al prossimo giugno proprio al Grifo. Staremo a vedere, ma intanto va sempre segnalato un Rolando Bianchi che, in attesa di notizie sul suo futuro, ha svolto buona parte di una seduta composta di riscaldamento, possesso di palla, esercizi di costruzione della manovra e partitella. Quest’ultima, a cui l’attaccante però non ha partecipato, ha visto il gruppo diviso in due parti: da una parte Brignoli, Del Prete, Volta, Fazzi, Acampora, Ricci, Traorè e Guberti; dall’altra Elezaj, Di Chiara, Mancini, Belmonte, Brighi, Zebli, Mirval e Terrani. Attimi di nervosismo con un diverbio tra Elezaj e Brighi, terminato sul nascere. Segno forse che la tensione è, o meglio dire potrebbe, essere quella giusta. La squadra tornerà a lavorare domani mattina alle 11 e manterrà il medesimo orario fino a domenica, vigilia di questo attesissimo e sentitissimo incontro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.