Il Perugia si arrende solo ai supplementari a Marassi. Il Genoa passa agli ottavi con il minimo sforzo

Finisce così 4-3 per il Genoa, che passa il turno. Grandi applausi per il Perugia, che meritava molto di più e probabilmente l’avrebbe ottenuto se alcune cervellotiche decisioni arbitrali non l’avessero penalizzato. Biancorossi che escono dal Marassi a testa altissima.

120′ splendido gol di Di Nolfo, che porta il punteggio sul 4-3. Troppo tardi

114′ incredibile il quarto uomo che fa il protagonista espellendo Guberti dalla panchina

113′ sugli sviluppi dell’ennesima punizione regalata il Genoa chiude i conti, autore Ninkovic che scaraventa sotto la traversa

112′ sull’angolo seguente netto il tocco di mano di un difensore, Maresca lascia perdere

111′ Di Nolfo si sistema il pallone al limite e batte di sinistro, la palla, deviata, esce sul fondo

110′ Del Prete, pressato da Laxalt, calcia alto

109′ giallo per Lazovic per aver allontanato il pallone

107′ ancora un grandissimo Elezaj si oppone di piede a Lazovic al termine di un’azione personale

Gioco ripreso dopo una breve pausa

Fine del primo tempo supplementare

1′ di recupero

104′ proprio il neoentrato prova il colpo di testa, palla lenta sul fondo

103′ entra Di Carmine per Buonaiuto nel Perugia

101′ proprio l’ex Lazio ed Inter lasciamil posto a Ncham

99′ il Genoa torna in vantaggio: Pandev si libera di Monaco e spara sotto la traversa, 3-2

97′ provvidenziale chiusura di Alhassan su Lazovic

93′ cross di Lazovic, tutto solo Pandev manda fuori di testa. Grifo graziato

Inizia il primo tempo supplementare. Il Perugia ha ancora un cambio a disposizione

Finiscono 2-2 i regolamentari. Si giocheranno due extra time da 15′ l’uno

5′ di recupero

88′ tenta il tiro al volo Bianchi, ma non inquadra la porta, peccato

87′ traversa di Burdisso! Che brivido sulla sua botta ravvicinata

82′ punizione di Acampora, ci prova Monaco di testa ma un difensore genoano mette in corner

77′ Simeone sfugge alla guardia di Alhassan e sfiora la traversa di testa in tuffo

74′ Di Nolfo carica il sinistro deviato leggermente da Bianchi, non si fa sorprendere Lamanna

73′ nel Genoa Lazovic subentra a Biraschi

69′ botta di prima intenzione di Ninkovic, palla che esce non di molto

64′ testa ravvicinata di Ninkovic, ancora un miracolo di Elezaj

63′ DROLE!! Il pareggio del Perugia!!! Su azione d’angolo Buonaiuto prova la battuta al volo, arriva il giovane ivoriano a mettere dentro da pochi passi

59′ nel Perugia Dezi viene rilevato da Acampora, mentre Di Nolfo prende il posto di Guberti

57′ Ninkovic si accentra da sinistra e calcia, grande intervento di Elezaj

52′ BIANCHII! Il Perugia riapre i giochi! Cross da destra, tocco di Drole che termina sul palo, Bianchi mette dentro la ribattuta

51′ destro di Bianchi al volo, Lamanna blocca in due tempi

50′ Dezi lancia Drole in profondità, Lamanna miracolo

46′ destro di Buonaiuto, si distende Lamanna a deviare in angolo

Si riparte con il Genoa che sostituisce Ocampos con Ninkovic

Finisce il primo tempo con il Genoa in vantaggio per 2-0

1′ di recupero

39′ sinistro al volo di Ricci, palla che esce di un niente

37′ Dezi si inserisce in area e calcia, blocca a terra Lamanna

36′ raddoppio del Genoa: Simeone di tacco serve al limite Pandev che scarica sotto il sette. 2-0

21′ ammonito Del Prete per fallo su Simeone

20′ Ricci recupera palla e serve Guberti, che evita secco un avversario e costringe Lamanna alla deviazione in angolo

17′ Ocampos ci riprova ancora poco dentro l’area, Elezaj blocca centralmente

13′ ripartenza del Genoa con Ocampos che salta Elezaj uscito fino a trequarti, per fortuna poi si concretizza

9′ su cross da destra Bianchi viene anticipato di un soffio in corner da Burdisso

8′ retropassaggio killer di Alhassan che innesca Simeone il quale brucia in velocità Monaco e calcia, miracolo di Elezaj

5′ servito sulla sinistra Ocampos si accentra e batte a rete, respinge Elezaj di piede

4′ Del Prete mette in mezzo per Buonaiuto, il cui colpo di testa non inquadra lo specchio della porta

2′ il Genoa subito in vantaggio. Colpo di testa di Simeone in posizione sospetta che mette subito la partita in salita

Partiti

GENOA (3-4-3): Lamanna; Biraschi, Burdisso, Orban; Edenilson, Cofie, Veloso, Laxalt; Pandev, Simeone, Ocampos. A disp.: Perin, Gentiletti, Izzo, Ntcham, Gapkè, Lazovic, Munoz, Brivio, Fiamozzi, Rigoni, Rincon, Ninkovic. All. Juric

PERUGIA (4-2-3-1): Elezaj; Del Prete, Monaco, Mancini, Alhassan; Ricci, Dezi; Drole, Guberti, Buonaiuto; Bianchi. A disp.: Rosati, Santopadre, Imparato, Zavan, Acampora, Di Carmine, Volta, Belmonte, Nicastro, Di Chiara, Di Nolfo, Brighi. All. Bucchi

Con oltre 600 tifosi al seguito il Perugia cerca fino in fondo di sognare Roma. Bucchi soprende ancora dimostrando di non avere alcun timore riverenziale, scegliendo il 4-2-3-1, segno che vuole giocarsi fino in fondo le sue carte. È questa la mossa di Bucchi per tentare di cogliere in contropiede un avversario di categoria superiore che schiera buona parte della formazione titolare. Alcuni cenni regolamentari: se al termine dei 90′ regolamentari il risultato fosse di parita si andrà ai supplementari ed eventualmente ai calci di rigore, trattandosi di gara unica. Seguite la diretta a partire dalle ore 18.

Il giorno tanto atteso è arrivato. Per il secondo anno consecutivo, grazie alla Coppa Italia, competizione che permette anche a formazioni di categorie inferiore di farsi valere (possiamo citare l’Alessandria, squadra di Lega Pro capace di arrivare alla semifinale nell’ultima edizione, oppure l’Ancona, finalista nel 1994 o ancora il Napoli, capace di vincere il trofeo da squadra di B nel 1962), il Perugia incrocia una formazione della massima serie, il Genoa, che avrà il privilegio di giocarsi gli ottavi con la Lazio davanti al proprio pubblico per regolamento. Sulla carta sembra un confronto impari vista la differenza di categoria e i giocatori che i rossoblù possono vantare in organico, per non parlare della loro ultima impresa, domenica scorsa contro la Juventus. Si dice però spesso che il pallone è rotondo e che nell’arco di 90′ almeno può accadere di tutto, malgrado il fattore campo sfavorevole. E’ ovvio che la mente è anche a quanto accadrà domenica prossima a Verona, ma questo Grifo dallo spirito propositivo come vuole il suo allenatore può giocarsela eccome. Seguite la diretta su questo portale a partire dalle ore 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.