Sir Conad, finalmente la firma di Lanza c’è: “Perugia, arrivo! “

PERUGIA – La Sir Safety Conad Perugia comunica di aver raggiunto, dopo l’accordo con la società di Trento per la cessione a titolo definitivo, anche l’accordo con Filippo Lanza che si lega alla società del presidente Sirci con un contratto triennale!
È questa la grande notizia odierna in casa Block Devils! Notizia che era assolutamente nell’aria e sulla quale l’entourage bianconero lavorava da diversi giorni. Notizia al tempo stesso importantissima e che riempie di gioia ed entusiasmo i Sirmaniaci e tutto l’ambiente perugino delle schiacciate.
Notizia infine che rende felice ed eccitato, dall’altra parte del mondo, lo stesso Filippo Lanza che dalla Corea, dove si trova attualmente con la nazionale azzurra, può parlare per la prima volta ufficialmente da giocatore di Perugia!
“Sono felicissimo di venire a Perugia! Il motivo principale della mia uscita da Trento è stato proprio quello di andare in un grandissimo club che ha dimostrato di essere uno dei migliori se non il migliore. Per me era importante restare nell’alto livello perché ho tanta voglia di rimettermi in gioco e di far bene e credo che l’ambiente di Perugia sia giovane, pieno di voglia di fare e perfetto per me. Il passaggio a Perugia segna ovviamente per me un grande cambiamento, dovrò rimettermi in discussione e dimostrare tanto alla società, al pubblico ed a me stesso in primis. Ho tante aspettative, sono molto molto carico e mi aspetto tante emozioni”.
Lanza attraversa poi diversi argomenti. Il primo riguarda il piacere di avere come guida tecnica Lorenzo Bernardi:
“Avrò un grandissimo allenatore che ho stimato tantissimo come giocatore e che ora stimo tantissimo come tecnico perché ha dimostrato di saper tenere alla grande un gruppo importante con giocatori di fama internazionale e di saper gestire bene le difficoltà di una stagione lunga e dispendiosa sapendo sempre tirar fuori il meglio dalla propria squadra”.
Si passa poi al nuovo team di cui Lanza sarà parte integrante:
“La squadra è un po’ la squadra dei miei sogni nel senso che, se avessi dovuto costruirla io, avrei scelto singolarmente i giocatori che ci sono e per me è un onore. Ci sono talenti che stimo e poterci giocare insieme è un obiettivo che mi rende fiero”.
Infine immancabile passaggio per il vero motore di Perugia, il pubblico del Palaevangelisti:
“Il Palaevangelisti è un ambiente sempre molto caldo dove da avversario trovi sempre molte difficoltà. Ed è giusto che sia così perché significa che il pubblico lotta con la propria squadra. Viverlo da protagonista avrà un sapore completamente differente e so già che mi gasero’ un botto perché a me piacciono gli ambienti caldi dove il pubblico partecipa come se fosse un giocatore in campo. Per questo fin dall’inizio voglio creare un rapporto con i tifosi e cercare di farmi conoscere per la persona che sono perché ho sempre fatto così e mi piace essere così. Mi sono informato sui tifosi e tutti mi hanno parlato di un ambiente che ti vuole bene come in una famiglia. Li saluto già ora e sarà bello condividere con loro tutto quello che riusciremo a fare il prossimo anno”.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta