Sir Safety, De Cecco: “Giocare da squadra, sempre”

Seconda partita e seconda vittoria per i Block Devils, che rimangono così in testa a punteggio pieno. Battere Padova però è stato molto più difficile del previsto e l’aiuto del pubblico è stato fondamentale, anche se, come ha detto Luciano De Cecco a fine partita, “ci avrebbe voluto sicuramente ammazzare anche noi dopo il primo set, Quando riusciamo a dimostrare quel che valiamo anche i tifosi ci danno una mano, quindi complimenti a loro che hanno riempito uno dei più bei palazzetti d’Italia. Adesso dobbiamo proseguire”. Ad inizio partita i valori tecnici sembravano invertiti e il palleggiatore argentino fornisce una spiegazione molto semplice: “Credo che loro hanno giocato come squadra, con i singoli non si vince. Hanno difeso, giocato la loro pallavolo comunque di alto livello e noi abbiamo subito un po’ troppo. Negli altri set abbiamo dimostrato di essere superiori, ma giocare con la pressione non è facile. Dobbiamo imparare a giocare in queste condizioni e volere di più in campo”. Boban Kovac si sofferma più nel dettaglio sulle difficoltà che la squadra ha dovuto affrontare: “Hanno battuto e difeso molto bene, noi nemmeno in battuta siamo riusciti a fargli male. Hanno giocato veloce e noi non abbiamo proprio visto palla nel primo set. Poi per fortuna ci siamo ripresi e abbiamo iniziato a giocare, mostrando una bella pallavolo”. Il fattore ambientale, con quasi quattromila tifosi vestiti di bianco, deve aver giocato un brutto scherzo in avvio ai bianconeri: “Sicuramente – ha spiegato Kovac – qualche giocatore è stato influenzato perchè le aspettative sono tantissime. I giocatori volevano spaccare tutto e sono andati in difficoltà, bravi loro ad uscirne”. Domenica si va a Sora, neopromossa da non sottovalutare: “Non possiamo prendere sottogamba nessuno, perchè è chiaro che contro una squadra come la nostra, con nomi importanti e una considerazione che si sono guadagnati sul campo, tutti vogliono fare bella figura”. Valerio Baldovin, coach di Padova, analizza così la sconfitta: “Siamo partiti molto bene, difendendo e contrattaccando bene, con Perugia che è andata in difficoltà. Nel secondo set secondo me siamo stati bravi ad andarli a prendere noi, poi è chiaro che un po’ di rammarico c’è quando si perde di soli due punti. In questo momento della stagione siamo attenti e focalizzatati sulla qualità delle nostre prestazioni e questa credo sia stata molto positiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.