Sir Safety, i numeri di questa final four

PERUGIA – Soddisfazione ed orgoglio! L’estrema sintesi del weekend romano appena trascorso è in queste due parole.

La Dhl 2017 Cev Champions League Final Four è andata definitivamente in archivio. Con la vittoria sportiva dello Zenit Kazan in finale sulla Sir Sicoma Colussi Perugia con i russi che, alla loro terza Champions consecutiva, si sono confermati la squadra più forte del continente. E con la grande vittoria, da un punto di vista organizzativo, di tutta la macchina bianconera!

La Final Four del PalaLottomatica è stata infatti uno straordinario successo in primo luogo di pubblico. Il palasport capitolino esaurito sia il sabato che la domenica non si vedeva da tempo. Invece il presidente Sirci ed il suo staff sono riusciti nell’impresa di portare al PalaLottomatica una grande festa della pallavolo europea con tantissimi appassionati, dai più grandi ai bambini, che hanno tifato, ballato, cantato e giocato per tutta la durata dell’evento.

Evento con una copertura mediatica clamorosa! 107 i Paesi collegati in Tv, Fox Sports che ha garantito ore su ore di diretta con telecronache, interviste, approfondimenti e speciali, tantissimi i giornalisti accreditati non solo ovviamente dall’Italia, ma da più parti d’Europa.

E che dire di tutto il contorno alle partite? Musica, giochi, merchandising. Tutto organizzato con grande cura e dedizione dalla Sir con un grandissimo lavoro di equipe e con tanto sacrificio e passione.

I tantissimi riscontri positivi arrivati nelle ultime ventiquattro ore al Presidente Sirci e la soddisfazione della Cev per la riuscita della manifestazione testimoniano la bontà di quanto messo in piedi e non possono che rendere orgogliosa Perugia.

“Alla fine della Final Four io ed il mio staff saremo persone migliori”. Così disse proprio Sirci in piena fase organizzativa. Ha ragione il Presidente! La Final Four ci ha arricchito, ci ha entusiasmato, ci ha permesso di metterci alla prova nel gotha del volley mondiale, ci ha dato la possibilità di mettere nella nostra valigia un’esperienza unica, elettrizzante e coinvolgente.

I ringraziamenti da fare adesso dovrebbero riempire pagine e pagine, per cui è forse meglio, a tutte le persone ed a tutte le componenti che sotto traccia hanno contribuito a rendere questa Final Four indimenticabile, rivolgere una sola, semplice parola: GRAZIE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.