Sir Safety, Sirci aggiunge alla rosa un altro pezzo da novanta: ecco Marko Podrascanin. E venerdì è il giorno dello Zar

Che la Sir Conad Safety Perugia avesse delle intenzioni serie lo si era già capito da diverso tempo, ma questa società sta dimostrando veramente di andare oltre le aspettative. E così Gino Sirci, dopo essere riuscito a mettere le mani su Ivan Zaytsev, ha deciso di fare un altro bellissimo regalo ai tifosi. Dopo otto anni di Lube arriva in bianconero il centrale Marko Podrascanin, capitano della nazionale serba, classe 1987 e 203 centimetri di altezza. Potke, come viene chiamato dalle sue parti, ha iniziato la sua carriera nel 2005 vestendo la maglia della squadra della sua città, Novi Sad, per poi arrivare in Italia nel 2007 a Corigliano, serie A1. L’anno successivo l’approdo a Macerata, dove ottiene i successi più importanti: due scudetti, di cui l’ultimo strappato proprio alla Sir in finale, una Coppa Italia, tre Supercoppe Italiane e una Challenge Cup, oltre all’accoppiata campionato – Coppa di Serbia nel periodo iniziale a casa sua. Di assoluto rilievo anche il curriculum con la sua nazionale, dove spicca la vittoria dell’Europeo del 2011 in Austria e Repubblica Ceca, oltre che diverse medaglie di argento e bronzo alla World League. Marko arriva quindi a Perugia per alzare il muro e conferire alla squadra una maggiore efficacia al servizio. Le sue prime parole in bianconero sono cariche di felicità ed emozione: “Ho grandi motivazioni, e ho firmato per Perugia, una squadra ed una società in grande crescita, un team che ha fatto due finali scudetto negli ultimi tre anni. Mi serviva cambiare e trovare nuovi stimoli dopo otto stagioni alla Lube, sono molto molto contento. Ci sono tanti giocatori che conosco bene, uno staff che conosco bene, un presidente molto carico ed un progetto molto importante. Credo di aver fatto un’ottima scelta ed un passaggio importante per la mia carriera”. Un ruolo determinante per la sue scelta lo ha recitato sicuramente il pubblico, capace di dare spettacolo ovunque: “Ne ho parlato spesso con i miei amici che sono a Perugia. Ci sono un pubblico ed un ambiente davvero caldi, una città che segue tantissimo la pallavolo, un entusiasmo che è molto importante per noi giocatori. Al palazzetto ho giocato tante volte contro la Sir con la Lube, ho vissuto sulla mia pelle quanto è difficile giocare al PalaEvangelisti da avversario”. Potke intende presentarsi ai suoi nuovi tifosi così: “Dobbiamo fare un passo alla volta, a partire dal primo giorno di lavoro e dal primo appuntamento ufficiale che sarà la Supercoppa Italiana. Ci sono alcuni tasselli nuovi e certamente dovremo sistemare alcune cose ed alcuni automatismi per crescere. Ma siamo tutti giocatori esperti che oltretutto conosco molto bene e mi aspetto una bella stagione tutta da vivere”. Sicuramente Marko non sarà solo in questa nuova avventura: “È vero, sto molto bene in Italia e sono rimasto, oltre che per la qualità del campionato, anche perché la mia famiglia si trova bene. Abbiamo tanti amici ed è il posto migliore per giocare a pallavolo e per vivere. E poi a Perugia avrò tanti amici serbi in squadra, mi hanno detto che il serbo è la seconda lingua ufficiale della Sir”. E adesso, con questo nuovo colpo grosso, la Sir Safety può diventare una delle candidate principali allo scudetto e questa volta le premesse sembrano esserci davvero tutte. Quel che è certo è che il grande pubblico perugino non vede già l’ora di cominciare.

VENERDI’ LO SBARCO DELLO ZAR – E’ ufficiale anche il giorno e l’ora della presentazione a stampa e tifosi di Ivan Zaytsev, detto lo Zar. Appuntamento a venerdì 10 giugno alle ore 16:30 all’interno del Quasar Village di Ellera.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>