lunedì 23 ottobre 2017 - aggiornato alle ore 02:21        

Super Perugia in Coppa Italia: Cerri ed Emmanuello schiantano il Benevento. A fine novembre c’è l’Udinese

Benevento - Perugia playoff

Rivincita doveva essere e rivincita è stata. Serviva la partita perfetta al Perugia per battere il Benevento a domicilio e guadagnarsi una prestigiosa sfida con l’Udinese a fine novembre (si gioca mercoledì 29 salvo variazioni di calendario) ed è andara addirittura meglio. Al Vigorito il Benevento, squadra di categoria superiore, è stato letteralmente demolito: grande protagonista Alberto Cerri, autore di una straordinaria tripletta, chiude il conto Emmanuello che rende la vittoria dei Grifoni un trionfo. Molto ha voluto dire il rosso inflitto a Cataldi per proteste, ma nulla scalfisce la prova dei ragazzi di Giunti, che migliorano di partita in partita.

Il tecnico ha scelto, in assenza di interpreti nel reparto offensivo, il 4-3-2-1, Perugia posizionando Belmonte a sinistra in difesa, facendo debuttare Colombatto davanti alla difesa (con le mezzeali Brighi e Bandinelli) e Han insieme a Bandinelli sulla linea dei trequartisti alle spalle di Cerri punta centrale. E sono subito scintille. Nelle fasi iniziali sono i padroni di casa a rendersi pericolosi, in particolare con Puscas che al 25′ di testa manda fuori da ottima posizione, e un solo minuto dopo con Coda, che trova la ferma opposizione di Rosati. Proprio quando i giallorossi sembrano in procinto di passare da un momento all’altro, segna il Perugia: cross di Zanon, testa vincente di Cerri. È il minuto 42. La partita, dopo la già citata espulsione di Cataldi, reo di aver protestato troppo dopo un fallo a suo dire non sanzionato, finisce qui: nella ripresa il Grifo va a segno altre tre volte, ancora con Cerri, che al 70′ piomba ad insaccare dopo una respinta corta su tiro dal limite di Han, e al 73′, quando il centravanti trasforma un rigore concesso per un fallo del portiere sul nordcoreano. A 2′ dallo scadere il poker, siglato da Emmanuello, che raccoglie un invito a nozze di Pajac. Finisce quindi 4-0 e turno superato alla grandissima.

Vendicato quindi in pieno l’esito beffardo dei playoff dello scorso anno, il Perugia potrà concentrarsi più serenamente sull’inizio del campionato, lontano due settimane, così come la dirigenza avrà l’occasione di operare senza pressioni le ultime decisive scelte in sede di mercato.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta