Ternana, Breda: “Settimana positiva, ma conta la partita”

Prima conferenza stampa pre partita da allenatore della Ternana per Roberto Breda. L’ex tecnico del Latina ha iniziato il dialogo con i giornalisti facendo il punto della situazione su assenti, presenti e acciaccati. “Sono in sei a stare fuori – ha subito puntualizzato Breda – Coppola ha avuto una settimana particolare. E’ in gruppo, poi valuteremo. Sul piano dell’atteggiamento devo dire che la settimana è stata positiva, poi sarà il campo a dare le risposte. E’ la partita la vera prova del nove.  Abbiamo voglia e consapevolezza di voler fare bene. Tante cose vanno migliorate ma dobbiamo spingere per dare il massimo. Per quanto riguarda il match di domani l’atteggiamento sarà in base a come risponderemo all’avversario in partita. Bisogna vedere se domani saremo già propositivi. Nella mia testa sembra semplice, poi magari domani andrà diversamente”. Pochi i dubbi di formazione: “Il modulo di domani è quello che credo sia più adatto alle nostre caratteristiche. Ovvio che poi posso cambiare idea e modificare qualcosa. I titolari devono essere bravi a mantenere il posto, gli altri a farmi vedere che vogliono migliorare e far meglio”. Tra i convocati mancherà Palumbo: “E’ un giocatore giovane e importante ma deve migliorare. Ma più in generale – ha precisato il tecnico – nessuno deve sentirsi escluso quando non fa parte della lista, ma bensì deve trovare la forza di fare meglio. Non ci sono bocciati anche perché mandare gente in tribuna non mi piace molto”. Osservato speciale sempre il centravanti uruguayano Felipe Avenatti, da cui tutti si aspettano molto di più: “Ha fatto una settimana perfetta in tutto e per tutto. Deve essere contento se si parla di lui, perché ne parli così solo se sei bravo. Il mio compito è quello di farlo migliorare nelle scelte e nella collaborazione con la squadra anche per arrivare in Serie A. Ognuno ha la sua velocità di crescita, magari c’è chi a 20 anni è pronto e chi no. Io ho avuto Viviani che per due anni spingeva per arrivare in alto e invece ha dovuto aspettare. Guardate dov’è adesso…Dove può giocare? Sicuramente, essendo un attaccante, in tutte le situazioni sia con due punte in verticale che in orizzontale”. Al Liberati arriverà un avversario anch’esso a caccia di punti: “Il Novara ha raccolto meno di quanto meritasse. Non è riuscito ad esprimersi come noi. Conta come ne veniamo fuori. Noi dobbiamo pensare a noi e a muovere la classifica”. Ed è proprio quest’ultimo aspetto che deve essere messo al primo posto nella scala gerarchica degli obbiettivi da raggiungere domani. Il treno del rilancio non aspetta più.

IN VENTI PER LA RISCOSSA – Ecco di seguito chi farà parte della squadra che domani affronterà il Novara: Mazzoni; Sala; Gonzalez; Janse; Masi; Vitale; Zanon; Belloni; Busellato; Coppola; Dianda; Furlan; Grossi; Signorelli; Valjent; Zampa; Avenatti; Ceravolo; Falletti; Gondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.