Ternana, c’è apprensione per Meccariello

E’ più seria del previsto la situazione relativa al ginocchio operato qualche tempo fa a Biagio Meccariello, contrattempo che già lo ha tenuto fermo per la sfida contro il Novara e che molto probabilmente farà altrettanto per quella difficilissima di sabato contro lo Spezia. Il difensore sente ancora dei fastidi, ragion per cui continua a fare allenamento differenziato, e per questo motivo la società ha deciso di farlo sottoporre ad una visita di controllo presso la clinica romana Villa Stuart, proprio allo scopo di fare luce su un problema che rischia a più riprese di condizionare la sua stagione, almeno per quanto riguarda la sua prima parte. Il problema per la precisione, risale alla stagione 2012/13, anno del ritorno in B dopo sei anni di purgatorio, quando Meccariello potè giocare soltanto 12 partite a causa di un infortunio ai legamenti crociati del ginocchio che in pratica pose fine alla sua annata. Questo contrattempo condizionò in parte anche quella successiva (17 partite giocate) ma non gli impedì di classificarsi sesto tra i quindici migliori giocatori della serie B. Segno che il carattere nel ragazzo nativo di Benevento non è certo mancato, come poi dimostrato nel 2014/15, dove è sceso in campo 32 volte. Quest’anno invece è tornato ad essere disponibile a singhiozzo; la speranza ovviamente è che vengano esclusi problemi di seria entità che priverebbero le Fere di un elemento molto importante per esperienza e carisma.

NEWS DAL CAMPO – La pioggia caduta intensamente in mattinata non ha fermato i lavori all’antistadio Taddei. Breda ha provato due moduli nel corso della seduta: il 4-2-3-1, con movimenti con e senza palla, e il 4-3-3, seguendo le stesse modalità. Due quindi gli schieramenti possibili, con punto fermo la difesa a quattro formata da Zanon-Gonzalez-Masi-Vitale. Non ha partecipato, oltre al nazionale Valjent (non ci sarà a La Spezia) anche il giovane attaccante scuola Fiorentina Cedric Gondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.