Ternana, con il Renate è solo 1-1. Fischia il Liberati

Seconda partita secondo pareggio per la Ternana. L’1-1 con il Renate, che poteva anche tramutarsi in sconfitta se gli ospiti avessero concretizzato alcune palle gol nel finale, non è stato ben digerito dagli spettatori del Liberati, che al fischio finale hanno fischiato la squadra. Per il tecnico Luigi De Canio c’è ancora molto da lavorare e quanto avvenuto oggi la dice lunga sulle difficoltà che questo campionato presenta e presenterà.

Le scelte dei mister De Canio presenta uno schieramento con la difesa a tre, formata da Hristov, Gasparetto, Bergamelli; quattro sono gli uomini che compongono il centrocampo, vale a dire Defendi, Vives, Salzano e Lopez; tridente “pesante ” con Nicastro, Marilungo e Vantaggiato. Il Renate, guidato da Oscar Brevi, fratello di Ezio, collaboratore del tecnico materano, opta per uno schieramento più coperto: Cincilla tra i pali; Priola, Teso, Saporetti in difesa; Vannucci, Simonetti, Doninelli, Piscopo, Frabotta a centrocampo; Spagnoli, Gomez coppia d’attacco.

Inizio sprint per le Fere Il tema della partita è ben noto sin dalle prime battute: rossoverdi all’attacco, lombardi che badano a contenere. Eppure i primi non riescono ad essere incisivi a dovere: ne sono un esempio alcune conclusioni dalla distanza, come quellemdi Vantaggiato, fuori, al 10′, e Vives, bloccata da Cincilla, al 34′. Sono gli ospiti a fare più paura nelle rare sortite offensive: al 18′ Iannarilli è bravo a salvare su Gomez e Frabotta. Al 40′ spazio per un presunto rigore reclamato dalla Ternana: Teso stoppa con un braccio il tiro di Lopez, ma l’arbitro non ne ravvisa gli estremi.

Doccia fredda e reazione Inizia la ripresa e il Renate va inaspettatamente in vantaggio: è il 7′ quando Simonetti approfitta di una retroguardia distratta e gira in porta un cross di Frabotta. De Canio opera un doppio cambio: fuori Vantaggiato e Hristov, dentro Furlan e Fazio. E gli effettivsi notano: minuto 13, Cincilla si oppone a Nicastro ma non può nulla sul tap in di Marilungo. Al 17′ Nicastro segna ma in fuorigioco. Posizione comunque da rivedere. In pieno recupero i rossoverdi rischiano la beffa: Iannarilli deve controbattere alle conclusioni ravvicinate di Piscolo e Rossetti. Termina così 1-1. Domenica prossima trasferta contro la Virtus Verona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.