Ternana, la battaglia continua. Pronto un nuovo ricorso…

Nella serata di ieri è arrivato il primo verdetto: il giudice sportivo ha rigettato il ricorso presentato dalla Ternana circa la presunta posizione irregolare del centrocampista del Perugia Eddy Gnahore, ritenendolo “infondato nel merito”. Primo round in favore della società del presidente Santopadre, ma la partita potrebbe tuttavia non essere finita qui. In via Aleardi sono fermamente intenzionati ad andare avanti, studiando le possibili contromosse, per ribaltare il risultato del campo.

Il prossimo passo sarà rivolgersi alla corte sportiva di appello nazionale ed eventualmente la sezione tesseramenti del tribunale nazionale federale presieduta da Annunziata. Non accenna dunque a terminare la battaglia legale tra rossoverdi e biancorossi, che verranno come già evidenziato difesi rispettivamente dagli avvocati Giotti e Chiacchio. A Perugia ostentano tranquillità, ma l’esito finale, fino a sentenza emessa, è tutt’altro che scontato. A confermare questa ipotesi è l’avvocato Andrea Scalco dello studio DCF Sport Legal, che a tuttomercatoweb si è così espresso sulla vicenda: “È certamente una fattispecie ai limiti del regolamento. L’articolo 95 delle NOIF stabilisce, infatti, che un giocatore, nell’arco di una stagione sportiva, possa disputare partite ufficiali al massimo per due club e possa risultare tesserato al massimo per tre società sportive. In questo caso la Ternana contesta il fatto che il giocatore sia stato tesserato per quattro società nell’arco della medesima stagione. Il Perugia precisa, invece, che il giocatore essendo stato oggetto di due trasferimenti nello stesso giorno è stato tesserato per sole tre società nel pieno rispetto delle norme federali”. Scalco ha poi proseguito spiegando che “Sul punto non vi sono precedenti giurisprudenzali, anche se esistono delle pronunce su casi assimilabili a cui, tuttavia, riterrei prudente non richiamarsi. Infine, che sebbene il giocatore sia regolarmente sceso in campo con il benestare della lega competente, ciò non determina la regolarità del tesseramento dell’atleta”.

Dal campo invece non giungono notizie confortanti: l’attaccante Marko Dugandizic verrà sottoposto martedì prossimo ad intervento chirurgico di ricostruzione legamentosa della caviglia sinistra. Per lui l’esperienza con la maglia delle Fere è stata contrassegnata molto più da ombre che luci e la sua attuale stagione potrebbe giungere alla conclusione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta