Ternana, Liverani: “Chi giocherà al posto di Avenatti? Vedremo”

Dopo la grande vittoria di sabato scorso contro il Frosinone la Ternana è chiamata a ripetersi, questa volta in una sorta di playout anticipato. Avversario il Brescia, che in classifica ha gli stessi punti delle Fere. Obbiettivo è fare bene anche per lo sfortunato Germoni, che ha rimediato un serio infortunio: “Credo che la sua stagione sia finita – ha così esordito il tecnico Fabio Liverani in conferenza stampa – e sarà una grossa mancanza, specialmente nel gruppo. Speriamo che torni il giocatore che conosciamo e di potergli dedicare qualcosa”. Quello del giovane difensore di proprietà della Lazio non è l’unico problema: “La rosa che è scesa a 23 elementi? Credo sia un numero giusto per queste ultime cinque partite, perchè tutti stanno bene, fisicamente e mentalmente. Speriamo di aver già dato con gli infortuni. Anche Rossi, che verrà convocato, è recuperato, anche se non ha una condizione eccellente”. A sinistra l’ex bresciano potrebbe ritrovare una maglia, anche se “se la giocherà con Contini”, ha tagliato corto sull’argomento Liverani. Altra bega che il mister dovrà affrontare è la sostituzione di Avenatti, squalificato e quindi assente al Rigamonti: “Vedremo chi giocherà, il parco attaccanti è ampio. Le opzioni sono diverse, gli attaccanti si stanno allenando molto bene e mi stanno mettendo in difficoltà. Chi si adatta a Palombi? Per caratteristiche penso Pettinari, Monachello e Acquadresca, anche se La Gumina, essendo simile a Palombi, potrebbe essere un’arma in più in una partita in cui la squadra avversaria rimane molto alta “. Sulla quota salvezza Liverani la pensa così: “Contano di sicuro gli scontri diretti, se si vincono la quota si abbassa altrimenti è difficile salvarsi. A occhio e croce penso che 8-10 punti possano bastare”. Focus sull’avversario. Le rondinelle pareggiano molto, cosa che potrebbe favorire in un certo senso le Fere, ma il tecnico rossoverde non si fida: “Non penso di poter preparare partite diverse da queste ultime, che ci hanno permesso di parlare ancora di salvezza. Bisogna valutare partita per partita, affronteremo una buona squadra, giovane, che subisce poco è ha una grande fiducia in quello che fa. Sarà fondamentale il risultato per entrambe le squadre e per questo penso che sarà una partita poco spettacolare”. Nella formazione diversi ballottaggi: “Valjent è a disposizione, veniva da un problema all’unghia ma ieri e oggi ha lavorato. Sono convinto di poterci fare affidamento, sia dall’inizio che a partita in corso. Di Noia? Non aveva i 90′ nella gambe, ha bisogno di giocare per ritrovare il ritmo. Credo che a questo punto la stanchezza sia più mentale che fisica”. Si chiude con la situazione dello stato d’animo del gruppo: “Credo e spero si veda consapevolezza dei propri mezzi, anche perchè l’obbiettivo non è ancora centrato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.