Ternana, si riparte da De Canio. Per il ds si valutano tre profili

Ancora 90′, che verranno giocati in un clima totalmente avverso e senza ben nove titolari, e poi sarà tempo di programmare il futuro. Non prima però di aver ragionato sugli errori commessi, tanti, che sono in pratica costati il ritorno in serie C dopo ben sei anni. Bisognerà quindi scegliere con attenzione, dato che risalire non sarà facile, soprattutto per come la terza serie è strutturata: ne viene promossa direttamente soltanto una, mentre le altre sono costrette ad affrontare dei playoff che si preannunciano ancora più difficili che in passato.

Due le pietre miliari da cui ripartire: l’allenatore ed il ds, figure che durante la stagione, soprattutto all’inizio, sono state oggetto di critiche anche pesanti. Il requisito fondamentale sarà comune per entrambi: l’esperienza. Una qualità che è spesso mancata e che costata carissimo.

Partiamo dal primo, che di fatto è già in casa. Il crudele verdetto finale non deve scalfire il lavoro di Luigi De Canio, che ha saputo dare organizzazione e gioco ad una squadra oramai in disarmo, mettendo insieme nel mese di aprile una bella striscia positiva, culminata con il clamoroso successo nel derby di Perugia circa tre settimane fa, cosa che non accadeva da 27 anni. Pura illusione purtroppo, perchè poi, anche a causa di una striscia impressionante di infortuni che hanno depauperato l’organico, sono arrivate quattro sconfitte di fila, che vogliono dire retrocessione. Salvo colpi di scena si ripartirà dal tecnico materano, quell’uomo di calcio che la piazza invocava da tempo.

Ruolo fondamentale anche il secondo, colui che dovrà decidere di concerto con allenatore e società quelli che saranno gli arrivi e le partenze del prossimo mercato estivo. Alcuni siti di informazione locale ipotizzano tre nomi. Il primo, quello al momento meno accreditato, è quello dell’ex difensore rossoverde e del Napoli Gianluca Grava, sei anni a Terni tra il 1998 e il 2004, attuale responsabile del settore giovanile del Napoli; il secondo più esperto, Nicola Salerno, già in piazze importanti come Messina, Catania, Foggia e Salerno, oltre alla lunga collaborazione con Cellino al Cagliari, al Leeds e attualmente al Brescia; terza ed ultima candidatura quella dell’ex Sassuolo ed Udinese Nereo Bonato, attualmente disoccupato.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta