Ternana, sintomi di nervosismo? Il mercato è in stallo

Il mercato della Ternana sta attualmente attraversando una fase di stallo e sembrerebbe che questo abbia fatto sì che in casa rossoverde siano affiorati i primi sintomi di nervosismo, specie dopo il mancato arrivo dell’attaccante esterno Leonardo Davide Gatto, accasatosi all’Ascoli dopo che le Fere sembravano essere in vantaggio. Alcune fonti attendibili sostengono che l’affare non sarebbe andato in porto per poche decine di milioni, in barba alla politica parsimoniosa volta a non sforare il budget e il tetto salariale, tipica della famiglia Longarini. E sarebbe stata questa indecisione a far pendere la bilancia verso la squadra marchigiana, provocando anche dei segni di insofferenza nel tecnico Christian Panucci, che non ha potuto far altro che incassare il colpo e continuare a lavorare in preparazione del test di domani sera contro il Gubbio che chiuderà di fatto la prima fase della preparazione estiva. Ecco quindi che il proposito di Larini di consegnare al tecnico una rosa vicina a quella definitiva entro la fine di questa settimana difficilmente potrebbe essere realizzato. Proviamo ad ipotizzare gli scenari possibili nei prossimi giorni. Partendo dalla difesa è sempre viva la possibilità di una cessione di Alberto Masi allo Spezia (in cambio arriverebbero l’attaccante Calaiò ed il centrocampista Acampora), ma il difensore, escluso dalla lista Over a gennaio, potrebbe anche restare in quanto Panucci lo sta valutando con estrema attenzione. L’operazione attualmente più vicina ad essere definita riguardare il ritorno di Massimiliano Busellato: sono al lavoro per un accordo che potrebbe essere ratificato a breve il diesse rossoverde Fabrizio Larini, il direttore sportivo granata Stefano Marchetti e Mario Giuffredi, procuratore del mediano. Chi sicuramente non partirà è Federico Furlan, il quale è stato definito incedibile da Larini: “Confermo l’interesse del Bari per Furlan – ha detto il ds a Tuttobari – ma resterà con noi in quanto è un nostro giocatore e mister Panucci lo ritiene importante per la stagione in arrivo”. Infine per l’attacco si guarda sempre al Diablo Granoche, che arriverebbe a costo zero. Va quindi trovato l’accordo per l’ingaggio. La rosa andrà poi completata con l’arrivo di un terzino sinistro che prenda il posto di Vitale, un marcatore centrale se parte Masi, e un centravanti che sostituisca Ceravolo, emigrato a Benevento. Chiudiamo con l’unica operazione ufficiale di questi giorni: la società di Via Aleardi comunica di aver prolungato di una stagione il contratto del calciatore Francesco Salvemini, attaccante classe ’96, che quindi scadrà il 30 giugno 2018. Contestualmente ha ceduto in prestito all’Akragas (Lega Pro) il calciatore andriese (che ha già lasciato il ritiro di Roccaporena) fino al termine della stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.