Ternana, Toscano: “Con la capolista dovremo essere arrabbiati”

La sconfitta di Modena ha suscitato molte discussioni e polemiche ma spesso il calcio dà l’opportunità ad una squadra delusa di rifarsi subito. E’ il caso della Ternana, che domani sera ospiterà nell’anticipo del turno infrasettimanale il Livorno, capolista a punteggio pieno. E Domenico Toscano indica la strada da seguire, ripartendo proprio da quanto non ha funzionato al Braglia specie dopo la superiorità numerica: “Loro sono la squadra più in forma, dovremo essere arrabbiati. A Modena abbiamo subito poco, non è stata una bella partita. Potevamo essere più determinati, invece di aspettare: siamo stati statici. Meglio affrontare gli amaranto adesso, dobbiamo essere bravi a trasformare l’amarezza in energia positiva”. Formazione ancora in alto mare nonostante fosse la vigilia: “Qualcosa cambierò, ma devo vedere ancora dove e chi. Deciderò in base a chi avrà recuperato in maniera migliore le energie fisiche e mentali. Non ci sono indisponibili a parte Valjent, convoco tutti: le scelte saranno a livello psicologico e fisico. Grossi? Sta recuperando, migliora dal punto di vista fisico e atletico. Mazzoni? E’ pronto, ha avuto un mese di tempo”. Molti dubbi ancora, quindi: “Ne ho in tutti reparti. Battista mi piace molto, certo vederlo in campo in B è un’altra cosa, ma per me troverà il suo spazio. Signorelli ha qualità ed è molto duttile, a Modena è entrato bene. Può giocare mezzala o regista e può accoppiarsi bene con Falletti. Voglio una squadra determinata e arrabbiata. Il modulo? lo sceglierò in base alle caratteristiche dei singoli ma niente esperimenti”. Toscano ha già in mente dal canto suo come fermare la capolista: “Dobbiamo vincere i duelli individuali a centrocampo e costringere a difendersi. La loro spensieratezza è il punto di forza”. Nessun commento infine sulle dure parole di Simone Longarini: “Non l’ho sentito dopo Modena e non mi aspettavo le sue esternazioni. Ma non le commento. Penso solo al Livorno. Abbiamo voglia di riscatto, perchè c’è tanta amarezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.