Ternana, tutto su Giuseppe Vives, altro nuovo acquisto rossoverde. Ecco chi esce, chi resta e gli altri obbiettivi

Nonostante l’incertezza della categoria che andrà a disputare la Ternana continua ad essere ancora attiva sul mercato. Nello stesso giorno in cui è stato ufficializzato Diakite, lo stesso è stato fatto anche per un giocatore di indubbia esperienza e qualità nonostante l’età non più verdissima. Alla corte di Luigi De Canio arriva anche il centrocampista classe 1980 Giuseppe Vives, già alle dipendenze del tecnico materano in quel di Lecce (sotto la sua guida venne eletto nel 2009/10 miglior centrocampista della B). Il suo contratto avrà durata annuale, come spiega il seguente comunicato:

La Ternana Calcio comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del centrocampista Giuseppe Vives. Il calciatore classe ’80, ex Torino e Lecce (tra le altre), si è legato alle Fere fino al 30 giugno 2019“.

Nato a Napoli il 14 luglio del 1980, Giuseppe Vives ha fatto il suo esordio nel 1997 nelle fila del Sant’Anastasia (serie D) riuscendo anche a contribuire all’approdo nei professionisti (C2) della squadra del comune dell’hinterland napoletano. Nel 2000/01 indossa la maglia della Juve Stabia, per poi passare all’Ancona di Spalletti 800 milioni di vecchie lire. Persistenti problemi fisici lo relegano ai margini e per lui si parla addirittura di un prematuro addio al calcio per concentrarsi sulla carriera di ragioniere, ma una volta risolti il centrocampista non si ferma più. Dal 2003 al 2006 gioca nel Giugliano, in serie C2, poi arriva la chiamata del Lecce di Zeman, con cui a 26 anni farà l’esordio in B. 158 presenze e 9 gol è lo score con la maglia dei salentini, che lascia nel 2011 dopo la salvezza conquistata con De Canio in panchina. Ma una nuova era si sta delineando: nel 2011, e fino al gennaio 2017, Vives diventerà una bandiera del Torino, arrivando a vestirne la fascia da capitano e a giocare anche in Europa League. Dopo 151 partite corredata da 5 gol il passaggio alla Pro Vercelli, che non riesce a salvare nella stagione appena trascorsa. E adesso per lui, a 38 anni appena compiuti, una nuova esperienza a Terni.

Tra le sue caratteristiche, oltre al fatto di avere un fisico ancora integro, quella di essere un mediano di interdizione e poter giocare sia da centrocampista centrale che da regista basso.

Paolucci addio L’arrivo di Giuseppe Vives in maglia rossoverde comporta un’uscita, per altro prevista. Andrea Paolucci (1986), 34 presenze senza gol nella passata stagione, è ufficialmente un nuovo giocatore della Virtus Entella: “La Ternana Calcio comunica che il centrocampista classe ’86 Andrea Paolucci è stato ceduto a titolo definitivo alla Virtus Entella“.

Altre due piste per il centrocampo. Per l’attacco… Danilo Pagni, ds delle Fere, monitora altri due profili per completare il centrocampo. Il primo è quello di un giovane portoghese, e cioè Pedro Delgado (1997), nazionale under 21, che tra la Primavera dell’Inter, con cui ha conquistato una Coppa Italia, e lo Sporting B, squadra con cui ha giocato le ultime due stagioni, ha collezionato 78 gettoni, 14 gol e 7 assist. Può giocare come centrocampista arretrato, centrale e all’occorrenza anche esterno destro d’attacco. La Ternana potrebbe dargli l’opportunità di esordire tra i grandi. Il secondo invece è un prospetto più esperto, vale a dire Aniello Salzano (1991), rimasto a piedi dopo il fallimento del Bari. Pagni dovrà fronteggiare la concorrenza del Novara. Per l’attacco infine si segue il giovanissimo bomber croato Karlo Butic (1998), nella passata stagione 30 gol con la Primavera del Torino, sul quale c’è anche l’Alessandria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.