Nuova scossa a Palazzo Spada: indagati tutti i consiglieri morosi, i nomi

TERNI – Otto sono i consiglieri, uno è un ex, il decimo è un consigliere. Sono questi i destinatari della raffica di avvisi di conclusione delle indagini della Procura di Terni. Il reato presunto è quello di falso in atto pubblico. Il tema è quello delle morosità che hanno tenuto appeso Palazzo Spada.

Il falso si sarebbe verificato perché i consiglieri sono obbligati a dichiarare di non avere pendenze.

I nomi dei coinvolti sono Federico Brizi e Francesco Ferranti (Fi), Maurizio Cecconelli (Fdi), Luca Simonetti (M5S), Michele Rossi (Terni civica), Emanuele Fiorini, Giulia Silvani, Monia Santini (Lega). In giunta il caso riguarda Sonia Bertocco. C’è anche il nome di Raffaello Federighi, decaduto per effetto della Legge Severino.

L’opposizione, con Terni Immagina, Senso Civico e Pd, tuona e denuncia la mancanza di cambiamento nella maggioranza. La Lega minimizza e parla di atto dovuto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.