Riforma delle Rsa, il ministro Speranza si affida a Mons.Paglia: guiderà una commissione di esperti.

Sulle residenze sanitarie assistenziali (Rsa) – dopo quanto avvenuto soprattutto in Lombardia durante i primi mesi del Covid-19 –  si cambia. Per questo il Ministro della salute Roberto Speranza  ha nominato una commissione per lo studio di proposte. Sarà l’ex Vescovo di Terni, oggi presidente della Pontificia accademica della vita, Mons. Vincenzo Paglia a coordinare i lavori. Così Paglia guiderà il cosiddetto team del cambiamento. Un compito assai delicato e importante, sicuramente di prestigio, soprattutto dopo che l’epidemia ha scoperchiato un problema drammatico: esiste una fascia di popolazione, la terza età, abbandonata a se stessa. Il Ministro Speranza si aspetta indirizzi su come rivedere le Rsa non solo per i requisiti di accreditamento.  Ci dovrà essere un cambiamento culturale. Paglia si è detto pronto a collaborare ” alla transizione dalla residenzialità a una efficace presenza sul territorio attraverso assistenza domiciliare, sostegno alle famiglie e telemedicina”. L’auspicio è che l’Italia, Paese tra i più longevi al mondo, possa mostrare ” un nuovo modello che aiuti gli anziani a vivere nelle loro case, senza essere sganciati dal tessuto sociale e familiare” Speranza mira a rafforzare la relazione con il servizio sanitario nazionale(Ssn). Finora è prevalsa la logica  del mercato, lo scopo era solo quello di abbassare i costi.