Ristoranti, negozi e parrucchieri si parte il 18. Stop del governo se risale il contagio.

Due sono le conferme di queste ultime ore: il 18 maggio anche in Umbria riapriranno negozi al dettaglio, bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici.  La seconda conferma che arriva è che in caso di risalita dei contagi ci sarà la stop del Governo. Alle regioni il potere di scegliere ma se il virus dovesse tornare a contagiare il governo interverrà tempestivamente, anche istituendo nuove zone rosse. In realtà molti governatori ( Campania, Sardegna , Sicilia ) hanno espresso molti dubbi e paure, chiedendo tempo e garanzie. In realtà , al di la delle sceneggiate di diversi governatori per soli scopi politici, nessuno sembra avere fretta di tornare alla piena libertà di movimento, per paura di nuovi focolai. Il Presidente della Sicilia Nello Musumeci ha dichiarato di mantenere la chiusura degli accessi all’isola fino al 31 maggio. Le regole della Fase 2 sono nella circolare che il Ministro Speranza  sta predisponendo. Soprattutto sarà il monitoraggio della curva epidemiologica la bussola di tutto. Su quella base le regioni avranno la facoltà di verificare i numeri dei contagi e decidere quali attività far ripartire. Il comitato tecnico-scientifico, a sua volta, sta preparando protocolli specifici con le regole. Per il 18 maggio, invece, non ci sarà ancora la riapertura dei confini tra le regioni.