San Gemini, rapinato e picchiato medico del posto: arrestato 35enne

Sotto la minaccia di un coltello, si è fatto consegnare da un medico, all’esterno di un esercizio pubblico di San Gemini, il denaro che aveva con sé, per poi colpirlo al volto più volte per costringerlo a condurlo nella sua abitazione, dove il rapinatore ha colpito ancora la vittima con pugni, calci ed anche con un attrezzo da cucina alla testa. Ha quindi messo a soqquadro l’intera abitazione, riuscendo a rubare altro denaro ed oggetti preziosi. Non soddisfatto del bottino, e sempre sotto la minaccia del coltello, ha costretto il medico a raggiungere uno sportello bancomat del centro di San Gemini e lo ha obbligato a prelevare diverse centinaia di euro, di cui si è impossessato, per poi fuggire e lasciare andare la vittima, anche grazie all’arrivo di alcune persone. Il presunto responsabile è stato arrestato dai carabinieri.  La rapina era avvenuta lo scorso 21 novembre. I carabinieri di San Gemini, in collaborazione con la sezione radiomobile della compagnia di Terni, hanno arrestato un uomo di 35 anni, italiano, già noto alle forze dell’ordine, per i reati di rapina aggravata e di lesioni personali. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Terni, su disposizione del Gip del Tribunale di Terni.