Terni, cocaina ed eroina nei boschi di Piediluco: recuperati 170 grammi di droga. Caccia ai pusher

Circa 170 grammi tra eroina, cocaina e hascisc sono stati recuperati dai carabinieri di Terni nella zona di Mazzelvetta, a Piediluco. Impegnati anche personale dei forestali e un’unità cinofila. Negli ultimi giorni, nell’area era stato segnalato dai residenti uno strano traffico di veicoli. I carabinieri sono intervenuti, rimuovendo gli accampamenti, costituiti da tende, teli, vestiti, scarpe, batterie di auto, viveri, telefono cellulari ed altro materiale ritenuto utilizzato dagli spacciatori. E’ stata quindi scoperta e sequestrata la droga, già confezionata in piccole dosi e pronta per essere spacciata. Era – riferiscono gli investigatori – sotto alcuni sassi e in buche scavate nel terreno. Le indagini proseguono per individuare i responsabili dello spaccio. L’operazione dei carabinieri fa seguito a quella di venerdì scorso quando all’alba, nella Valserra,  i militari arrestarono due giovani nord-africani che avevano organizzato la consegna di dosi nella boscaglia. A Terni è sempre più diffusa la vendita di stupefacenti nei boschi. Questa volta ad indirizzare i militari dell’Arma sono stati alcuni residenti di Piediluco, pochi giorni fa invece furono alcuni cittadini del piccolo comune di Polino.