Gestione illecita di rifiuti e lavoratori in nero. Sei denunce e sequestri a Deruta.

Un imprenditore di 51 anni e altri cinque denunciati, sequestrato un capannone utilizzato per lo stoccaggio e lavorazione dei rifiuti, multa di 25 mila euro  per lavoro nero. Sono queste le conseguenze di una operazione condotta dai Carabinieri nel comune di Deruta contro un traffico illecito di rifiuti speciali e lavoratori in nero. Il blitz dei Carabinieri è scattato nel centro abitato di Deruta in cui ha sede l’azienda per il commercio di pneumatici ed elettrodomestici usati. Le indagini sono condotte dal sostituto procuratore Michela Petrini della Procura di Spoleto. Al 51 enne vengono inoltre contestate una serie di violazioni in materia di lavoro, avendo i Carabinieri trovato all’interno del capannone quattro operai senza alcun contratto. Altre contestazioni riguardano la sicurezza sul lavoro e le condizioni dell’ambiente considerato insalubre. Adesso sarà la magistratura a tirare le conclusioni di una vicenda che si preannuncia assai pesante.