Raid Paciano, si stringe il cerchio sul responsabile dello sgarro delle gomme di 40 auto

La piccola comunità di Paciano è ancora scossa da quanto avvenuto venerdì notte con le gomme di 40 auto squarciate.” C’è fiducia nel lavoro delle forze dell’ordine”, commentano dal Comune . Un gesto vandalico senza precedenti, ” per la comunità si tratta di un fatto molto grave”, ribadiscono i rappresentanti istituzionali di Paciano. Ora sono tutti in attesa di conoscere il nome del responsabile di un gesto così violento. Naturalmente sulle indagini il silenzio è totale, come del resto è necessario in questi casi per non compromettere il lavoro degli investigatori. C’è cautela ma anche ottimismo. I Carabinieri della compagnia di Città della Pieve, insieme ai colleghi della locale stazione, hanno sentito alcune testimonianze e stanno ricostruendo, ora per ora, quanto è avvenuto da metà pomeriggio di venerdì fino a tarda serata. Un pomeriggio, tra l’altro, caratterizzato dalla presentazione al Teatro comunale di un video sui paesaggi del Trasimeno.  Oltre ad alcune testimonianze, i militari dell’Arma stanno osservando attentamente le immagini di alcune telecamere installate nella zona. Nulla viene lasciato indietro, vengono battute tutte le strade e non si rinuncia a nessun elemento utile . La sensazione è quella di non essere al punto zero, tutt’altro. I Carabinieri potrebbero aver raccolto diversi elementi investigativi utili per dare un nome e cognome al responsabile dello sgarro. Resta da chiarire se – come potrebbe essere stato – l’autore del gesto vandalico abbia agito da solo o con la complicità di altri.