A Norcia la protesta del comitato per la rinascita

NORCIA – Nel giorno in cui è atteso l’arrivo del sindacalista Maurizio Landini, uno striscione su un balcone in piazza S. Benedetto con lo slogan: ‘sloccate la ricostruzione siamo stati dimenticati’. Il Comitato Rinascita Norcia, con questa prima forma di protesta, vuole attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla realtà presente nel comune di Norcia. “La vera grande opera, la ricostruzione – si legge in un comunicato – cioè il più grande cantiere d’Europa, è bloccata.  L’ospedale ancora chiuso, le scuole in condizioni precarie, il museo della Castellina inutilizzato, il centro di assistenza anziani senza futuro. La viabilità ancora precaria. Le attività economiche chiudono o sono in grave difficoltà, con conseguente contrazione di innumerevoli posti di lavoro. Le chiese, i beni culturali, i cimiteri ancora in balia degli agenti atmosferici. Difficoltà nel garantire la sicurezza per carenza di organici. Le SAE (Soluzioni abitative emergenziali) fatiscenti. I centri di aggregazione inutilizzabili.

Queste sono alcune delle tante situazioni che ancora non trovano  né attenzione né soluzione. Tutto ciò sta provocando un drammatico spopolamento e chi resta vive un quotidiano senza speranza e nella depressione. Le promesse non mantenute e le inefficienze di chi invece dovrebbe risolvere i problemi, non sono più tollerabili”.

Il Comitato Rinascita Norcia si chiede: “A quasi tre anni dal sisma, ci aspetta lo stesso destino dell’Aquila?”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail